Attenzione ai fichi: ecco perché non devi mangiarli

Il fico ha il gusto dolce dell’estate. Si raccolgono tra agosto e settembre e sono uno degli ultimi regali dell’abbondanza estiva. I fichi sono tipici per il loro sapore zuccherino e loro consistenza granulosa. Di solito, hanno un ottimo successo tra adulti e bambini, sia che siano freschi di stagione o secchi. 

Il frutto è ricoperto da una buccia delicata, il cui colore varia dal verde al grigio, con delle sfumature di rosso e di blu. La pianta del fico non ama i climi rigidi o troppo umidi ma si adatta molto bene a ogni tipo di terreno, anche se predilige i terreni sabbiosi e argillosi, come quelli del Sud. 

Proprietà Benefiche 

I fichi sono una fonte di ferro calcio e potassio. Contengono, vitamine del gruppo A e B, i quali donano energia. Questi piccoli frutti sono anche conosciuti e consumati per le loro proprietà lassative, per rafforzare pelle, ossa e denti. 

Fichi freschi e fichi essiccati 

I fichi possono essere mangiati freschi ma anche essiccati. Generalmente, il frutto fresco di stagione conserva tutte le sue qualità, è morbido, e viene mangiato anche con la buccia. Questo perché la buccia è anch’essa morbida e quindi più gradita al palato. Molti decidono di rimuoverla per questioni di igiene, ma altri sostengono che i fichi non avrebbero lo stesso sapore senza di essa. 

Si può mangiare tutto del fico, tranne il picciolo, nella quale si trova un liquido biancastro. 

I fichi secchi sono un’alternativa a quelli di stagione. Sono conservati in modo da poterli gustare anche dopo la stagione estiva. Per essiccarli vengono prima esposti al sole per qualche giorno, per poi finire in forno in modo da completare il processo di essiccazione. C’è una grande differenza tra i fichi secchi e freschi. Come abbiamo menzionato prima, i fichi freschi sono più salutari in quanto mantengono le loro proprietà. Al contrario, i fichi secchi, che hanno perso tutta l’acqua, sono decisamente più calorici. 

Quando non si devono mangiare i fichi? 

Essendo frutti colmi di zuccheri semplici, i fichi dovrebbero essere evitati da coloro che soffrono di diabete, ma anche a chi tiene alla linea. In linea di massima, anche con una dieta equilibrata ed esercizio fisico, la quantità di fichi da poter mangiare al giorno sono 2 frutti.  

Il frutto comunque dovrebbe essere consumato lontano da pasti già calorici, come pasta e pane, o dolci, i quali alzano il livello glicemico. 

Dunque, anche se colmi di valori nutrizionali eccellenti per il nostro organismo, è consigliabile badare alla moderazione del consumo dei fichi, o in alcuni casi, completamente evitarli. 

 

"syntax error, unexpected '.'"