Mangiare pasta tutti i giorni, ecco cosa succede al nostro corpo

Pochi alimenti identificano il nostro paese e la nostra cultura come la pasta, che è in senso generale una delle applicazioni pratiche per l’utilizzo alimentare della farina di diversa estrazione, tipico delle varie cucine regionali d’Italia.

La pasta è per quasi ogni italiano, ancora oggi, il “piatto principale”, soprattutto a pranzo ed è difficile quantificare la varietà e l’impatto che questo alimento ha avuto nel corso dei secoli. Parte fondamentale dell’apprezzata dieta mediterranea, la pasta viene consumata molto spesso con grande regolarità, ma i nutrizionisti spesso sono interpellati in merito ad un consumo troppo frequente. Cosa succedee se si mangia pasta ogni giorno?

Mangiare pasta tutti i giorni, ecco cosa succede al nostro corpo

L’apporto di carboidrati e proteine infatti pur essendo importantissimo per il nostro corpo tende a far diventare la pasta spesso un po’ demonizzata se non addirittura evitata in tutto e per tutto. In realtà è possibile senza problemi consumare pasta ogni giorno, a patto di gestire l’apporto di calorie e carboidrati giornaliero.

L’apporto di carboidrati dovrebbe costituire 45 al 65 percento dell’apporto calorico giornaliero totale, quindi un piatto di quella secca al giorno corrispondente a 80-90 grammi se secca e 60 se fresca, se condita in modo sano senza ingredienti “pesanti” non è assolutamente da evitare, anzi, rappresenta un’eccellente base nutrizionale.

L’importante è ovviamente regolarizzare la quantità e la tipologia di condimenti e non eccedere nelle quantità citate.

Importante inoltre valutare il consumo di pasta integrale che contiene un apporto importante in termini di fibre, che migliorano la digestione e tengono a bada eventuali picchi glicemici, fattore fondamentale per chi soffre di diabete o glicemia alta.

La pasta quindi, come praticamente qualsiasi altro alimento non fa “nativamente” ingrassare, ma come ogni cibo disponibile al consumo, anche il più sano, deve essere consumato e in modo responsabile e non eccessivo in quanto si tratta di un alimento importantissimo nonchè tra i più duttili in assoluto, non vale la pena dentronizzarlo.

pasta