Mangiare questo pesce abbassa la glicemia: ecco quale è

La dieta costituisce un fattore fondamentale per ogni persona, perchè banalmente, mangiare e bere in modo adeguato a seconda del nostro organismo e del fabbisogno che è correlato risulta essere sempre più evidente una forma di correlazione. Non è un caso quindi che tra le malattie più comuni come la glicemia alta, proprio la dieta risulti essere di enorme importanza in senso assoluto. Per chi soffre di glicemia alta e diabete alcune tipologie di generi alimentari sono più adatte di altri, ecco un esempio pratico di una forma di pesce che è estremamente utile.

Mangiare questo pesce abbassa la glicemia: ecco quale è

La glicemia rappresenta il calcolo degli zuccheri presenti nel sistema sanguigno: naturalmente sono determinati e regolamentati dal corpo attraverso varie funzioni, ed il cibo costituisce solo in parte un fattore in tal senso. Per chi soffre di iperglicemia (chiamata anche prediabete) se non di diabete in senso stretto, risulta essere naturalmente più difficile “tenere a bada” i livelli di glucosio, operazione che deve essere quindi regolarizzata con uno stile di vita sano ed una dieta equilibrata.

In particolare i prodotti ittici sono particolarmente utili in tal senso perchè configurano una tipologia dai prodotti alimentari che non sono provvisti di sostanze che peggiorano la situazione.

E’ opportuno ovviamente fare largo uso di pesce quanto più possibile “libero” da metalli pesanti come il mercurio, quindi meglio il fresco, in particolare varianti come salmone, sgombro e aringhe, sono anche ricchi di acidi grassi omega-3, che sembrano essere in grado di apportare una funzione preventiva di molte malattie.

In generale il pesce è più indicato rispetto alla carne per contrastare la glicemia alta in quanto è possibile mangiarne in quantità maggiori senza comportare picchi glicemici rilevanti.

In una dieta equilibrata è consigliabile integrare almeno 2 porzioni di pesce a settimana, magari condito da olio extra vergine d’oliva.

pesce glicemia