Mangiare il salame tutti i giorni fa male? Ecco gli effetti

La “famiglia” del Salame raggruppa tutta quella serie di insaccati che sono visti tendenzialmente “sotto una cattiva luce” in quanto la preparazione di base prevede un impasto crudo e stagionato, ottenuto a partire da una miscela di macinato di carne e grasso. Il salame è molto diversificato in tutte le regioni italiane in quanto molte di queste portano avanti diverse tradizioni culinarie da secoli.

Siamo abituati a percepire gli insaccati come il salame degli alimenti particolarmente dannosi per la nostra salute, quindi siamo naturalmente portati a non consumarne in grandi quantità, nonostante sia uno degli elementi cardine delle varie cucine regionali italiane e non solo.

Mangiare il salame tutti i giorni fa male? Ecco gli effetti

Di sicuro il consumo di qualsiasi insaccato se eccessivo è assolutamente sconsigliabile ma è opportuno chiarire che la nomea piuttosto negativa che il salame si è guadagnato nel corso degli anni nell’immaginario comune non è sempre giustificata: ad esempio il mito che vede questo salume portatore di colesterolo è da sfatare perchè il salame “moderno” di qualsiasi varietà, realizzato con le moderni tecniche di allevamento ha un apporto di colesterolo “cattivo” molto minore rispetto al passato: in generale si tratta di 45 mg di colesterolo su una quantità di 50 grammi di salame, un numero decisamente basso rispetto a qualche decennio fa.
Essendo un alimento prevalentemente grasso, è stato spesso visto come fonte di acne anche se in generale l’apporto di cibi grassi non influisce sulla nostra pelle come si credeva in passato. E’ vero che consumare quantità elevate di questi alimenti porta complicazioni al sistema vascolare.

Da sfatare anche il mito sulla pericolosità del salame al fegato, che in realtà può essere messo a repentaglio solo con quantità molto più che moderate, visto che recenti studi hanno dimostarto che le principali malattie epatiche tengono maggiormente conto di fattori genetici piuttosto che dall’alimentazione.

Mangiare salame tutti i giorni aumenta il rischio di inefficienza del cuore, oltre che provocare un aumento della pressione sanguigna. Il consumo settimanale non dovrebbe superare le 2 volte, per i soggetti in buona salute.

salame