Cosa succede a mangiare miele scaduto? Ecco la risposta

Il miele è stato per secoli un “materiale” alimentare di grande pregio in quanto a lungo ha costituito la principale sostanza commestibile con un potere dolcificante, almeno prima alla diffusione della canna da zucchero. Oggi è prodotto principalmente a livello industriale ma è anche fortemente condizionato dall’aspetto “bio” che oggi sta prendendo piede. Quello prodotto su vasta scala ha una scadenza come molti altri prodotti alimentariò. Ma cosa succede a mangiare miele scaduto?

Cosa succede a mangiare miele scaduto? Ecco la risposta

Il miele è un alimento completamente naturale, quindi considerato “migliore” per la salute, in quanto la costituzione principale è composta da zuccheri semplici ed acqua. Spesso si legge che il miele in realtà non ha una scadenza vera e propria, in quanto la costituzione tutt’alpiù porta ad un aspetto ed una consistenza più compatti.

Non è una fake news quella riguardante alcuni contenitori risalenti all’epoca dei faraoni dell’Antico Egitto che sono stati ritrovati contenenti del miele ancora teoricamente commestibile.

A livello industriale però, per normative di legge che sono necessarie per determinare la “scadenza” dei prodotti commestibili, solitamente la scadenza del miele si attesta in 2 anni dalla produzione, in quanto durante questo lasso di tempo è possibile che il prodotto invecchi. Questo può accadere a causa delle temperature elevate o per l’esposizione alla luce diretta.

Una cattiva conservazione infatti non rende il miele “non commestibile” ma può realisticamente avere un’impatto sul sapore ma anche sugli agenti nutritivi. In buona sostanza quindi il miele “vecchio” non fa male, ma non fa neanche “bene”.

Il problema può sorgere unicamente qualora il miele sia stato conservato o prodotto in ambienti molto umidi, in questo caso può fermentare e formare della schiuma vera e propria. Gli effetti non sono diversi, nel consumarlo, a qualsiasi forma di cibo fermentato, quindi nella maggior parte dei casi, una bella indigestione, ma si tratta di un’eventualità molto rara.

Miele scaduto