Mangiare questo pesce abbassa il colesterolo: ecco quale è

La dieta mantiene un importantissimo valore nell’ambito di una dieta sana, che deve essere in ogni caso equilibrata, essendo oramai scientificamente provato da anni il legame che intercorre tra l’alimentazione e la generica “buona salute”. In particolare l’assunzione di alcuni cibi come i prodotti ittici, pesce in testa, risulta essere essenziale per contrastare alcuni valori come il colesterolo alto.

Mangiare questo pesce abbassa il colesterolo: ecco quale è

Il colesterolo spesso viene citato in modo “negativo” come malattia vera e propria quando l’organismo non riesce a limitare la produzione, anche se in senso ampio del termine il colesterolo, che è una forma di lipide, ha una grande importanza per l’organismo, se presente in maniera equilibrata tra quello “buono” e quello “cattivo”. In generale una dieta sana, ed alcuni alimenti in particolare possono modificare l’impatto di quello “cattivo” in favore di quello “buono”.

Gli acidi grassi del pesce che fanno bene al colesterolo, ma anche al cuore e alla prevenzione di malattie cardiache, sono i polinsaturi Omega-3, ma non tutti i prodotti ittici sono rilevanti in senso positivo, in quanto possono effettivamnte essere la causa di un effetto negativo sul colesterolo.

Particolarmente rilevante è una intera categoria acome il pesce azzurro (alici, sardine, aringhe, ricciola, sgombro, aguglia, palamita), varietà che è molto presente nel mar Mediterraneo. Tutte queste varietà di pesce, in particolare se si opta per una forma di cottura “sana” come può essere al vapore, alla griglia o al cartoccio.

E’ particolarmente utile l’apporto di  Omega-3 che è stato “scoperto” nel corso delle passate decadi come elemento per “mantenere” una generica buona salute. Il pesce azzurro contiene anche altre forme di nutrienti come vitamina D, calcio, minerali e proteine, tutte estremamente utili per tenere sotto controllo il livello di colesterolo, che in ogni caso non può essere direttamente controllato dall’alimentazione in quanto “prodotto” dall’organismo.

pesce colesterolo