Frutto “miracoloso”: ecco di quale si tratta, assurdo!

La melagrana (ossia il frutto del melograno) ha diverse peculiarità, manifestate già dal suo aspetto che è costituito da una sorta di pomo con al suo interno numerosi arilli (o semi) mantenuti da delle membrane, che sono la parte commestibile del frutto e che completano un aspetto decisamente inusuale se confrontato alla frutta che conosciamo. Anche per questo motivo in Italia, rispetto a numerosi altri paesi appare decisamente più difficile da trovare

Frutto “miracoloso”: ecco di quale si tratta, assurdo!

Nonostante l’apparenza “esotica” per molti, la melagrana è molto diffuso in Europa e in gran parte del Medioriente apparendo in numerose illustrazioni e racconti greci e romani (che la chiamavano per l’appunto Malum granatum, mela con i semi), fino alle epoche moderne. Spesso utilizzata in ambito medicinale e nella realizzazione di tisane, i semi della melagrana costituiscono un’importante fonte di numerose proprietà e sostanze molto utili per il nostro organismo.
La percentuale di acqua è vicina all’80 %, è una fonte importante di fibre, ha poche calorie (non supera le 65 per 100 grammi di frutto) ed ha importante capacità antiossidanti, oltre a contenere magnesio, sodio, selenio, calcio, zinco, manganese, rame e fosforo, oltre a tannini e polifenoli, queste ultime due sostanze particolarmente note per le capacità antitumorali, così come quelle antivirali e antibatteriche.
L’apporto di potassio e flavonoidi rende il consumo di melagrana particolarmente adatto per contrastare colesterolo alto, riducendo il rischio di aterosclerosi come pochi altri frutti riescono a fare.

Nonostante l’apparente difficoltà ad accedere alla parte commestibile del frutto (in realtà accedervi è piuttosto semplice, come testimoniano diversi video su Internet, ad esempio) è abbastanza facile reperire estratti, succhi o marmellate di questo frutto. Basta un comune spremiagrumi per poter realizzare dei succhi “fatti in casa” in maniera non dissimile dagli agrumi.
Uno studio recente ha evidenziato che la melagrana riesce ad aumentare i livelli di testosterone negli uomini anche oltre il 20 % del normale.

frutta Frutto