Arachidi e diabete, si possono mangiare? Ecco il parere del nutrizionista

La frutta secca ha da sempre avuto un importante ruolo nel contesto alimentare degli esseri umani, in quanto si tratta di semi edibili che possono essere utilizati in infinite tipologie di preparazioni. Tra le varianti più consumate in assoluto spicca per diffusione la pianta delle arachidi che sono sviluppate dalla pianta originaria del Sud America nota come leguminosa Arachis hypogaea. Come altre varianti di frutta secca, anche le arachidi sono spesso indicate ad un consumo “salutare”, ma sono adatte per chi soffre di diabete?

Arachidi e diabete, si possono mangiare? Ecco il parere del nutrizionista

La composizione delle arachidi è per certi versi simile a quella delle altre noci simili, ma è anche paragonabile ai legumi. Sono infatti costituite prevalentemente da olio, oltre che da carboidrati semplici e complessi e non apportano in alcun modo zuccheri nel sangue, in quanto la presenza di glucosio è inesistente.

Il loro ruolo per l’organismo umano è addirittura positivo in quanto ricche di amido e fibre, sostanze che riescono ad impattare positivamente sull’effetto dello zucchero nel sangue, la principale forma di sintomo che è collegato al diabete mellino di tipo 2, la forma di diffusa tra gli adulti.

Le arachidi sono anche ricche di vitamine del gruppo B, nello specifico vitamina B3 (Niacina), vitamina B1(Tiamina) e B9 (folati), risutando quindi estremamente utili, ovviamente consumate “al naturale”, quindi meglio non tostate ed assolutamente non condite da zucchero o altre sostanze.

Il consumo di arachidi quindi “Impatta” bene sul diabete, anche se si tratta di frutta secca particolarmente carica di calorie, circa  500-600 per etto. Non è un caso che l’impiego comune è quello di energizzante, in particolar modo per chi pratica attività fisica costante. Per evitare di avere un impatto importante sul peso, è meglio regolare la quantità fino a 30-35 grammi al giorno.

Ottimo strumento per tenere a bada il glucosio, a patto di non esagerare.

arachidi diabete