Pera, cosa succede se si mangia tutti i giorni? Ecco le conseguenze!

Definibile liberamente falso frutto come la mela, la pera ha un aspetto inconfondibile ed anche il gusto non è da meno, così come la consistenza: la pera è ricca di zuccheri semplici ed è tra le varietà di frutta più apprezzate anche dai piccoli, essendo particolarmente pratica e dolce da consumare. Diffusa in maniera capillare anche nel nostro paese, cresce praticamente tutto l’anno (anche se è generalmente consumata in autunno). Racchiude molte proprietà benefiche ma non tutte sono note.

Pera, cosa succede se si mangia tutti i giorni? Ecco le conseguenze!

Molto nutriente, si presta bene ad una dieta iposodica visto lo scarso apporto di sodio, e può considerarsi anche ipocalorica sebbene fornisca più calorie di altri frutti comuni, è ricca di fibre e zuccheri semplici, ed ha un grande potere antiossidante. Sostanze come vitamina C, la vitamina A e i composti flavonoidi come il beta-carotene, la luteina e la zeaxantina, tutte sostanze utili per il corretto funzionamento dell’organismo, aiutando il cuore, rinforzando il sistema immunitario, aiuta a rinforzare le ossa grazie all’apporto di vitamina K e boro, ed è particolarmente utile in fase nelle diete perchè nonostante sia decisaemente calorica ha un grande potere saziante.

Mangiare una dose di pera tutti i giorni è estremamente consigliabile in quanto un apporto di tre frutti di medie dimensioni riesce a soddisfare il fabbisogno di fibre giornaliero di quasi la metà. Questo “limite” di tre pere al giorno non comporta assolutamente effetti negativi ma fornisce un importante apporto di acqua, zuccheri a basso indice glicemico, vitamina C, calcio, tra quelli più famosi e riconosciuti.

Un consumo maggiore, data la ricca presenza di fibre può creare difficoltà digestive che possono concretizzarsi con una stitichezza. Resta inoltre un frutto zuccherino, quindi un apporto troppo importante può creare uno scompenso, portandoci ad assumere più calorie rispetto al dovuto.

Pera