Cosa mangiare in Puglia: cibi e piatti tipici della regione

Per scoprire quali sono i piatti tipici della Puglia non serve leggere una guida turistica di Bari, alcuni dei piatti del luogo sono diventati cosi famosi da essere riproposti in diverse zone dell’Italia, anche se si sa, in ogni luogo ci sta un sapore differente.

Cosa mangiare in Puglia
Cosa mangiare in Puglia

Partiamo da un presupposto, il territorio della Puglia ha una grande quantità di coltivazioni, cosi come allevamenti e pesca, per questo motivo anche i piatti che prendono vita, sono deliziosi anche se poco elaborati. In linea con la dieta mediterranea che tutti conoscono e di cui da sempre si sente parlare.

Ma entriamo nel dettaglio per scoprire qualche cosa in più e per conoscere meglio alcuni dei piatti da non perdere:

Orecchiette con le cime di rapa: si comincia dal piatto che di certo non può mai mancare tra le tradizioni pugliesi. Fatte a mano sono chiamate in questo modo perchè hanno una forma simile alle orecchie. Si possono condire in mille modi diversi ma l’unione con le cime di rapa è decisamente la migliore. Nella preparazione si uniscono anche i filetti di acciughe che danno un gusto ancora migliore.

Polpette di pane: secondo posto per quelle che da sempre son considerate una ricetta anti-spreco tipica di una volta, fatta dalle mamme e anche dalla nonne. Il pane che non viene usato, non si butta ma si a ammollare nel latte e si unisce a uova, prezzemolo o altre erbe aromatiche. Una soluzione perfetta sia per un pranzo che per una cena veloce.

Terzo posto per le cozze arriganate che poi sono tipiche di Taranto e che sono fatte in modo particolare, con l’aggiunta di uovo, prezzemolo e formaggio, poi gratinate al forno. Si possono trovare in qualsiasi ristorante tarantino ma sono facili anche da replicare a casa.

Cosa mangiare in Puglia
Cosa mangiare in Puglia

Melanzane ripiene: come non citare il piatto che si può considerare un vanto per le casalinghe, la preparazione è semplice ma il gusto è davvero unico. Si tratta delle bucce delle melanzane che vengono poi tagliate a metà e all’interno inserita la polpa che viene fatta cuocere con olio e pomodoro. A questo si aggiungono: formaggi e talvolta carne, pangrattato.

Cartellate: come non concludere un menù che si rispetti con il dolce tipico. Si tratta delle cartellate, hanno la forma a rosellina che ricorda una corona. Sono preparate con farina e vino bianco e poi modellate e fritte. Quando si cuociono, le si aggiunge al miele e al vino cotto.