La ragazza che mangia solo pizza: ecco come sta oggi

Nell’articolo di oggi andremo a raccontare la storia di Sophie Ray una ragazza di 19 anni che vive in Wrexham, nel Galles.

La storia di Sophie è una storia atipica, infatti, Sophie otto anni fa ha iniziato a mangiare solo ed esclusivamente pizza, in particolar modo pizza margherita, tutti i giorni, si nutre solo di pizza. A partire da quando aveva 11 anni Sophie non mangia più un pasto diverso dalla pizza perchè quando ci prova succede che vomita.

Sophie non è bulimica e non ha nemmeno dei problemi psichici, soffre purtroppo di un disturbo molto raro chiamato Selective Eating Disorder (SED), cioè Sindrome da Alimentazione Selettiva che la porta ad avere paura dei cibi e le impedisce quindi di provare nuovi piatti. Tutto è successo quando aveva 2 anni ed ha avuto problemi di gastroenterite. Passato il disturbo, la ragazza cominciò ad avere paura dei cibi, riuscendo a mangiare solo pasta al formaggio, patatine e panini con una particolare crema di limone.

A 11 anni cominciò a mangiare solo pizza margherita, fino a un massimo di tre al giorno. Se non mangia pizza resta digiuna, è l’unico alimento di cui si nutre.

Sophie non mangia né frutta né verdura ormai da anni, e secondo lei il solo pensiero di mangiare qualcosa di diverso la terrorizza, rendendola ansiosa. E’ come se reputasse tutti gli altri alimenti non commestibili quindi nonostante uno specialista le abbia consigliato di mangiare qualcosa di nuovo, lei non è riuscita neanche a pensare una cosa del genere.

Ecco come racconta la sua storia:

“Ho trovato il coraggio di provare la pizza quando avevo 11 anni e la mangio tutti i giorni. Se non ho la possibilità di mangiare una pizza prima di iniziare il college, resto tutto il giorno senza cibo perché non c’è niente altro che posso mangiare ed aspetto fino a quando posso tornare a casa per mangiare una e qualche volta anche due pizze.”

Molti esperti affermano che nel lungo periodo questa dieta carente di vitamine potrebbe causarle diversi problemi come malattie del cuore o ictus, ma anche diabete e obesità.

Sophie è consapevole che il suo non è un regime alimentare corretto e per questo dice:

“Mi piacerebbe mangiare normalmente ma è davvero difficile cambiare la mia dieta dopo aver mangiato in questo modo per tanto tempo.”

Probabilmente per farlo avrebbe bisogno di un supporto psicologico che riesca a far luce sul vero motivo che ha scatenato il suo disturbo.