Mettere il bicarbonato sui fiori: ecco perché dovresti farlo

Una delle piante più amate per decorare davanzali e balconi è il geranio. Si tratta di una pianta apprezzata sia per le fioriture abbondanti e vivaci, sia perché non pare essere gradito alle zanzare. Può dunque risultare utile soprattutto durante le sere d’estate, quando magari può far piacere passare del tempo all’aperto pur senza uscire dalle mura domestiche. Sono inoltre molte, le tipologie di geranio che potete trovare in commercio. Si differenziano non solo per il colore e la forma del fiore, ma anche rispetto alle foglie, che possono cambiare molto a seconda della specie.

Perché mettere il bicarbonato sui fiori?

Ultimamente pare che stia spopolando, in rete, un metodo che associa queste piante con un ingrediente inaspettato. Si tratterebbe del bicarbonato di sodio, un prodotto versatile che non dovrebbe mai mancare in casa. Normalmente si presenta sotto forma di polvere cristallina bianca, ed è conosciuto anche come carbonato acido di sodio o carbonato monosodico. Solitamente viene utilizzato per le proprietà deodoranti, in aggiunta a detergenti o mescolato con l’aceto. Può essere usato anche in cucina per lavare e disinfettare gli ortaggi, come polvere lievitante, oppure come digestivo da assumere per via orale, miscelato con dell’acqua. Eppure i suoi impieghi non finiscono qui, come sembra dimostrare il successo del metodo di cui stiamo per raccontarvi.

Un fungicida naturale che rispetta la pianta

Questa sostanza può risultare utile non solo in casa, ma anche per l’agricoltura, dove viene impiegato come rimedio naturale contro i funghi che possono infestare le piante. La sua forza risiede nelle proprietà disinfettanti, che possono eliminare e prevenire l’attacco da parte di differenti specie di questi parassiti. Pare inoltre che il suo potere alcalinizzante sia in grado di ostacolare la creazione di un ambiente acido, che è invece ideale per la proliferazione dei funghi.

Per preparare una soluzione spray pronta all’uso, non vi servono altro che 4 grammi di bicarbonato, 1 litro di acqua e un contenitore abbastanza capiente dotato di uno spruzzino. Mescolate acqua e polvere fino a che questa non sarà completamente sciolta all’interno del liquido, quindi travasate la soluzione nello spray. Procedete dunque a nebulizzare il fungicida così ottenuto su entrambe le superfici delle foglie, sia quella inferiore che quella superiore. Continuate irrorando tutta la parte aerea, rami inclusi, evitando però il terreno. Ripetete il procedimento un paio di volte a settimana durante i periodi dell’anno caratterizzati da alti livelli di umidità e temperature basse. Queste, infatti, sono le condizioni ideali perché i funghi possano svilupparsi.

Dal momento che non è consigliabile utilizzare una soluzione che non sia stata preparata subito prima dell’applicazione, considerate la possibilità di dimezzare le dosi nel caso in cui non abbiate bisogno di un litro. Col tempo saprete regolarvi, evitando sprechi di prodotto e facendo sì che i vostri gerani siano splendenti. Il bicarbonato di sodio, infatti, non sembra avere nessun effetto nocivo su questo tipo di piante, nemmeno sui fiori. Se saprete prendervi cura dei vostri esemplari, state certi che quest’estate avrete un balcone perfetto.


Puglia24News.it è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News