Piante rampicanti più belle: ecco la classifica

Chi ha la fortuna di vivere in una casa con il giardino, può decidere di decorarne diverse zone con delle piante rampicanti. Solitamente vengono utilizzate per cancelli e pergolati, ma in certi casi si possono far crescere anche sulla facciata dell’edificio. Anche chi deve accontentarsi di un balcone o una terrazza può godere della loro bellezza. Utilizzando ampie fioriere e strutture apposite, in legno o bambù, è facile creare un angolo di verde in cui rilassarsi.

In questo articolo abbiamo creato una classifica delle piante rampicanti più belle, includendo anche specie interessanti per il fogliame.

Piante rampicanti verdi o sempreverdi

Se cercate una pianta che cresca rapidamente, dando vita a una macchia sempreverde, l’Edera fa sicuramente al caso vostro. Si tratta di una pianta infestante, che in natura si attacca ai tronchi degli alberi, ed è caratterizzata da foglie poligonali. I toni di verde variano a seconda della specie. Un’altra opzione rampicante sempreverde può essere la pianta del Kiwi. Il suo fogliame è abbondante e brillante, mentre in autunno e inverno si sviluppano i frutti, ricchi di vitamina C. Per i pergolati, inoltre, è consigliabile la Vite. Le foglie stagionali, verdi in primavera ed estate, con l’arrivo dell’autunno si tingono di suggestivi toni tra il giallo, l’arancione e il rosso, brillante o cupo a seconda della specie. Se volete grappoli dolci e succosi, optate per la varietà Moscato d’Amburgo, ma tenete a mente che le piante troppo giovani non fanno frutti.

Le fioriture più belle

La bellezza delle piante rampicanti può trovarsi nei loro fiori. La natura ci regala profumi e colori magnifici, con fioriture stagionali che possono durare a lungo. Nella nostra classifica non può mancare, a questo punto, il Glicine. Questa pianta, originaria dell’Asia, si contraddistingue per i suoi maestosi grappoli di fiori, dal caratteristico tono viola chiaro. Sviluppa un tronco poderoso ed è perfetta per decorare balconi e pergolati. Segue il profumatissimo Gelsomino, i cui fiori si schiudono durante le sere d’estate. Un’ottima scelta contro le zanzare, che non sopportano l’aroma dolce dei suoi fiori bianchi a forma di stella. Anche il Caprifoglio è un’opzione odorosa, dalle note fragranti e particolari. I fiori possono essere di diversi colori al contempo, variando tra toni di bianco, giallo, arancione e fucsia.

Procediamo con la Clematide. I suoi grandi fiori sbocciano durante tutta la primavera, creando macchie di colore spettacolari. Attenzione a non confonderla con la Passiflora, che ha i petali più piccoli ma la parte centrale decisamente più complessa. Entrambe le specie contano un gran numero di varietà, anche se le più diffuse hanno fiori che tendono ai toni del viola. Se non temete le piante con spine, invece, puntate sulle regine dei fiori:esistono una miriade di varietà di Rose rampicanti, ce n’è davvero per tutti i gusti. Scegliete una specie i cui fiori siano ricchissimi di petali, oppure una varietà di Rosa canina. Per chi vive nelle zone più calde, invece, la scelta non può che ricadere sulla maestosa Buganvillea. È una pianta dalla fioritura ricchissima, originaria delle zone tropicali dell’America e oggi diffusa in tutto il Mediterraneo.


Puglia24News.it è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News