Tenersi su in estate: i cibi e le abitudini alimentari consigliate

Tra gli effetti negativi dell’estate da sottolineare, di sicuro non si può fare a meno di eccitare la stanchezza, la spossatezza e il caldo che tende ad abbassare le difese del proprio corpo. Per questo motivo, soprattutto in giornate particolarmente afose o umide, la sensazione diffusa è quella di una stanchezza che porta a stare difficilmente in piedi e che fatica ad essere contrastata anche assumendo integratori, sali minerali o altre sostanze. È importante, soprattutto per questo motivo, dar fede ad alcuni principi generali dell’alimentazione, relativi soprattutto ad un comportamento sano che avrà i suoi effetti benefici per l’organismo e che permetterà di star meglio durante i mesi estivi.

Ma quali sono le migliori abitudini alimentari e i comportamenti consigliati per tenersi su in estate? Per fortuna, online è possibile trovare risposte non soltanto al bisogno di divertimento estivo, con siti e piattaforme come eurobet scommesse sportive, ma anche relativamente ad alcune tendenze e condotte alimentari che dovranno essere oggetto del proprio interesse. Con una minima attenzione, dunque, si potrà star meglio e il proprio organismo ne beneficerà non poco!

Bere più di due litri di acqua al giorno

Medici, nutrizionisti ed esperti consigliano sempre di bere 2 l di acqua al giorno, per favorire un corretto flusso di liquidi corporei e, soprattutto, per star meglio con il proprio organismo. Inevitabilmente, in estate la situazione cambia, con un fabbisogno di liquidi che risulta essere maggiore da parte del proprio organismo e con la necessità di aggiungere almeno qualche bicchiere di acqua in più rispetto ai 2 l inizialmente previsti.

Per quanto, per tantissime persone, non sia semplice bere quando non si ha sete, è importante ricordare che, soprattutto durante i mesi estivi, il consumo di acqua è fondamentale, dal momento che la sudorazione aumenta e la perdita eccessiva di liquidi può causare stanchezza, spossatezza e altri problemi. Un reintegro efficace dei liquidi, attraverso l’acqua o cibi che contengono quantità di acqua sufficienti, è fondamentale per star bene durante i mesi estivi, onde evitare sensazioni di debolezza che si avvertirebbero durante tutta la giornata. A questa componente generica si associano altri comportamenti alimentari che ruotano intorno al fabbisogno di liquidi e giornaliero: innanzitutto, si consiglia di consumare cibi che contengono grandi quantità di acqua, così da favorire un reintegro del liquido più costante, soprattutto, uniforme durante la giornata: in tal senso, si consiglia di mangiare frutti come angurie o meloni, che contengono grandi quantità di acqua e pochissime, se non zero, calorie. In secondo luogo, si sconsiglia di assumere troppo sale, che causa una ritenzione idrica e un mancato flusso corretto dei liquidi all’interno del proprio corpo.

Cibi da mangiare in estate

A questo punto, si possono indicare alcuni dei cibi da mangiare in estate, per tenersi maggiormente su e per non soffrire di stanchezza e spossatezza. Tra questi e, aldilà di quelli precedentemente citati e, si indicano alcuni e cibi che permettono di offrire una corretta fonte di energia, tra cui zucchine, noci, mandorle e frutta secca, che insieme alle banane e permettono di tenere il livello di potassio attivo durante l’estate, così da contrastare la sensazione di stanchezza e spossatezza.

Proposito delle proteine, si consiglia di dare una grande attenzione soprattutto al pesce, spesso preferendolo alla carne, dal momento che, in questo modo, sarà possibile preferire un consumo maggiore di grassi insaturi, in grado di recare sì energia al proprio organismo ma di non sovraccaricarlo, provocando una reazione negativa da parte del corpo che, dopo aver ottenuto una scarica energetica iniziale, tenderà a stancarsi molto più velocemente soprattutto per effetto dell’alta temperatura.