Solo nominandola è possibile immaginare dolciumi e prelibatezze da pasticceria davvero irresistibili. Ma in realtà la cannella è una spezia rinomata ed utilizzata nei tempi più remoti non solo per il suo aroma, ma soprattutto per i suoi benefici per la cura della persona. Ecco quali sono.

Le principali proprietà benefiche della cannella

La cannella è una spezia dalle tantissime virtù terapeutiche. Le principali sono:

  • Toglie il senso di fame. La cannella è utilissima per tutti coloro che devono seguire diete o regimi alimentari ipocalorici: questo perché spegne l’appetito, soprattutto quello non fisiologico ma percepito esclusivamente come necessità di appagamento.
  • Contrasta il raffreddore. La cannella risulta essere particolarmente efficace nel contrastare i sintomi influenzali e stimolare l’azione del sistema immunitario.
  • Perfetta contro il diabete. La cannella contiene un determinato polifenolo che agisce quasi come l’insulina. Anche nei soggetti sani scongiura i picchi insulinici che sono la fonte di mal di testa, vertigini e nausea.
  • Favorisce la digestione. Oltre a facilitare il transito intestinale, è un ottimo rimedio naturale contro la diarrea e la dispepsia.
  • Antibatterico e antimicotico. È molto utile per prevenire la crescita di batteri e funghi.
  • Antinfiammatorio naturale. La cannella garantisce un effetto rilassante sui muscoli, allevia i crampi e i dolori mestruali.
  • Stimola la circolazione e combatte il colesterolo.
  • È un antiossidante. Offre un’ottima protezione contro l’azione dei radicali liberi e rallenta il processo di invecchiamento delle cellule. Questo benefici si riflettono a livello cutaneo, contro l’acne.
  • Utile con l’infertilità femminile. La cannella presenta una sostanza chiamata cinnamaldeide che nelle donne serve a regolarizzare l’equilibrio tra testosterone e progesterone.
  • Ottimizza le facoltà cognitive. Essendo uno stimolante permette di prevenire le malattie neurodegenerative del cervello, con un conseguente beneficio per la capacità di memoria.

Come assumere la cannella

Se non avete idee su come assumere la cannella, è sufficiente consumare un cucchiaino di cannella in polvere ogni giorno potete versandola nel caffè, tè, latte o bevanda vegetale ogni mattina. Il sapore dolciastro della cannella rende bevande amare come il caffè gustose. La cannella è un ingrediente che si presta bene anche alla realizzazione di frullati o estratti di frutta e verdura così come si può consumare semplicemente sotto forma di infuso, anche dopo i pasti principali. Per combattere l’influenza e innalzare le difese immunitarie non c’è niente di meglio che una buonissima tisana alla cannella.  Cosa c’è di meglio che iniziare la giornata con un’energica colazione alternativa a base di cannella, mentre la sera per conciliare il sonno.

Qualche controindicazione della cannella

Un consumo moderato di cannella è adatto quasi a tutti, tuttavia quando si eccede con le dosi bisogna stare attenti a qualche controindicazione e a degli effetti collaterali. Sovradosaggi di cannella possono causare problemi come tachicardia, sudorazione eccessiva e diarrea. In alcuni casi la cannella può anche generare sonnolenza e stati depressivi. Si tratta di una spezia il cui consumo deve essere moderato in caso di gravidanza o allattamento. Inoltre coloro che soffrono del morbo di Crohn o disfunzioni del fegato è preferibile che restino larga dalla cannella.