Il mirtillo a cosa fa bene: tutto quello che devi sapere

Il mirtillo è un piccolo frutto che può avere grandi benefici per la salute del nostro organismo.  Le diverse varietà di mirtilli aiutano a proteggere al meglio i nostri occhi, a contrastare l’invecchiamento del corpo, a migliorare la circolazione sanguigna. Scopriamo utili informazioni sul mirtillo: a cosa fa bene, tutto quello che devi sapere.

Le proprietà del mirtillo nero

I mirtilli sono piccole bacche rotonde note come frutti tipici del sottobosco. Crescono nelle zone montane su piccoli arbusti alti poco più di mezzo metro, che fioriscono nella stagione primaverile. Esistono prevalentemente tre specie di mirtillo, differenziate sulla base del colore del frutto:

  • nero;
  • rosso;
  • blu. 

Il primo, il mirtillo nero, è senza dubbio quello più ricco di principi benefici per l’organismo. Contiene l’acido citrico, che protegge le cellule dal pericolo di ossidazione, e l’acido gamma-linolenico, alleato del miglior funzionamento del sistema nervoso.

Il mirtillo nero è poi ricco di acido folico, contiene tannini e glucosidi antocianici che rafforzano i capillari e ne riducono la permeabilità. Le antocianine rafforzano i tessuti dei vasi sanguigni  migliorandone tono ed elasticità antiemorragica. Queste sostanze vanno inoltre anche a beneficio della vista, migliorandola in caso di scarse condizioni di luce. 

Le proprietà del mirtillo rosso

Il mirtillo rosso è ricco di fibre, di minerali come il ferro, il fosforo, il calcio, il manganese e di vitamine A e C.

Il mirtillo rosso aiuta contro le infezioni alle vie urinarie, a contrastare micosi e virus, a ridurre il livello di calcio nell’urina, contrastando l’insorgenza di calcolosi renale.

Il mirtillo rosso fa bene in caso di stitichezza, diarrea, emorroidi e risolve problemi legati al colon irritabile.

I mirtilli rossi sono poi molto utili per la cura di determinati problemi cutanei come la couperose. Il mirtillo rosso ha proprietà rinfrescanti, astringenti e toniche, rinforza le pareti dei capillari per cui possiamo facilmente ritrovarlo come ingrediente all’interno della composizione di creme anti couperose o per la cura di problematiche della superficie del derma.

I mirtilli rossi sono poi un provvidenziale rimedio naturale contro il raffreddore: un tè ai mirtilli rossi, ad esempio, vi aiuterà a risolvere il fastidioso problema del naso chiuso.

Le proprietà del mirtillo blu

Il mirtillo blu contiene antocianine, flavonoidi e tannini, sostanze davvero importanti per l’organismo perché inibiscono lo sviluppo di eventuali cellule tumorali.

La proprietà principale del mirtillo blu però, è quella di rallentare il processo di invecchiamento cutaneo e cellulare del corpo, combattendo efficacemente la malevola azione dei pericolosi radicali liberi. 

Mangiare mirtilli blu fa bene e apporta all’organismo benefici per le funzioni cerebrali, migliora la memoria, la coordinazione motoria e l’equilibrio. Il mirtillo blu è poi un ottimo antinfiammatorio.

Mirtilli: controindicazioni

I mirtilli hanno controindicazioni? Diciamo che non bisogna esagerare con le dosi: un consumo eccessivo di mirtilli può avere infatti effetti lassativi indesiderati. Non bisognerebbe dunque consumare più di 90 grammi di mirtilli al giorno.

Gli estratti di mirtillo possono poi annullare gli effetti di farmaci antidiabetici, anticoagulanti, e antiaggreganti.