Mangiare aglio a digiuno fa bene? Ecco la verità

L’aglio è un bulbo molto utilizzato nelle cucine di tutto il mondo, esso dà ai piatti un sapore molto particolare, dà un tocco in più. Oltre ad essere il condimento per eccellenza, l’aglio è stato sin dai tempi antichi molto utilizzato a scopo medicamentoso, infatti, apporta moltissimi benefici, ovviamente non è consigliato un abuso, ma consumarlo in piccole dosi ogni giorno può apportare dei notevoli benefici al nostro organismo. Continuate a leggere per conoscere i suoi benefici, specialmente se consumato al mattino quando si è ancora a digiuno.

Mangiare aglio a stomaco vuoto

Mangiare l’aglio quando si è ancora a digiuno aiuta ad amplificare le sue proprietà antibiotiche, questo perché, appena svegli sembrerebbe essere in momento in cui i batteri sono indifesi, dunque non riescono a proteggersi dall’azione dell’aglio contro di essi.

Diverse ricerche hanno messo in luce che il consumo d’aglio crudo quando si è a digiuno può aiutare a diminuire i sintomi dell’ipertensione poiché, oltre a regolare la circolazione sanguigna, ha la capacità di proteggerci anche dai problemi cardiaci, rende la digestione più semplice, oltre che ad apportare benefici al fegato e alla vescica.

L’aglio a digiuno possiede anche proprietà che stimolano la digestione e migliorano l’appetito. Viene consigliato per combattere la diarrea e il suo consumo a lungo termine potrebbe anche prevenire diversi tipi di cancro.

Alcuni esperti sostengono che l’aglio aiuti anche a combattere i problemi di nervosismo e stress dato che stimolerebbe la secrezione di serotonina, l’ormone incaricato di trasmettere i segnali e di regolare l’umore e lo stato d’animo.

Altri benefici dell’aglio

L’aglio viene considerato uno dei migliori ingredienti per disintossicare l’organismo. Grazie alle sue proprietà, aiuta a combattere parassiti e vermi, mentre favorisce l’eliminazione di tossine che possono danneggiare l’organismo.

Il consumo frequente di aglio potrebbe aiutare a prevenire malattie come il diabete, il tifo, la depressione o problemi cardiovascolari.

L’aglio aiuta anche a rafforzare il sistema immunitario prevenendo fastidiosi raffreddori, influenza, tosse, catarro e altre infezioni di tipo respiratorio.

Bisogna specificare che per godere di tutti i benefici dell’aglio, è fondamentale mangiarlo a crudo poiché cotto può perdere fino al 90% delle sue proprietà. Sebbene il sapore e l’odore possano risultare sgradevoli e forti, i benefici che offre compensano senza dubbio questi fastidi.

Diversi modi di mangiare aglio ogni giorno

Per la salute in generale
Come detto in precedenza, il miglior modo per trarre tutti i benefici dell’aglio è mangiandolo preferibilmente a digiuno. La quantità che generalmente si consiglia di non superare è di due spicchi al giorno, meglio non eccedere.

Malattia bronchiale
Per ogni tipo di malattia bronchiale, potete preparare un infuso speciale dove l’aglio fa da protagonista.

INGREDIENTI:

1 litro di acqua
200 gr di aglio
700 gr di zucchero di canna

Come prepararlo?

Portare a ebollizione il litro di acqua con all’interno l’aglio, aggiungere i 700 grammi di zucchero di canna e lasciare raffreddare, questo sciroppo che si ottiene è consigliabile berlo tre volte al giorno.

Catarro o asma

INGREDIENTI:

40 gr di aglio
100 ml di alcool a 90 gradi

Come prepararlo?

Tritate i 40 grammi di aglio in una bottiglia e poi versate i 100 ml di alcool a 90 gradi.

Chiudete bene la bottiglia e lasciatela riposare per cinque giorni. In seguito, versate dalle 15 alle 30 gocce di questo estratto nell’acqua calda e bevetela ogni giorno.

L’aglio può anche essere utilizzato per uso esterno, ad esempio in caso di punture di insetti o di morsi di animali velenosi. Le sue proprietà antibiotiche aiuteranno a prevenire una infezione e anche a tenere distanti le zanzare.

Un altro modo di utilizzare l’aglio è applicandolo direttamente sulle verruche fastidiose. La sua azione potente aiuterà a ridurle visibilmente ed eviterà che continuino a propagarsi per il corpo.

In caso non sopportiate l’odore dell’aglio o siate allergici a questo alimento potete cercare di godere dei suoi benefici comprando aglio in compresse o pastiglie. Un’altra soluzione è cercare alternative per combattere l’odore che lascia l’aglio dopo averlo mangiato.

Come attenuarne il cattivo odore dell’aglio

Per evitare di avere un alito cattivo ci sono vari trucchetti:

  • Mastica foglie di prezzemolo
  • Mangia semi di finocchio
  • Strofina i denti con foglie di salvia
  • Utilizza il limone
  • Bevi del latte
  • Consuma prodotti alla menta
  • Privalo del germoglio interno
  • Lascialo in infusione nell’olio d’oliva