Come usare il bicarbonato per dimagrire? Ecco la risposta dell’esperto

Nell’articolo di oggi andremo a parlare del bicarbonato e del suo potenziale effetto dimagrante. Sono sempre più frequenti le teorie che indicano il bicarbonato come un alleato per perdere peso. Si sostiene che esso favorirebbe la depurazione, la perdita di liquidi, il consumo di grasso addominale durante l’esercizio fisico e i risultati sarebbero anche eccezionali, infatti consumare bicarbonato porterebbe una perdita di peso tra i 2 e i 5 kg a settimana.

Secondo coloro che sostengono queste teorie basterebbe un cucchiaino di bicarbonato al giorno in un bicchiere di acqua per raggiungere questi eccellenti risultati, la motivazione sarebbe che il bicarbonato provocherebbe un’iniziale sensazione di gonfiore che indurrebbe a mangiare di meno, stimolando così il dimagrimento. Ma sarà vero? Risponde la medicina a questo quesito.

Il bicarbonato con l’acqua fa dimagrire?

Secondo il parere dei medici nutrizionisti non esiste alcuna sostanza o alimento che da solo possa far dimagrire, perché la dieta va seguita con un’alimentazione corretta, non esistono sostanze magiche per dimagrire ed in più non si ingrassa solo perché si mangia troppo, né si dimagrisce solo perché si mangia meno. Il grasso spesso è legato alla qualità, più che alla quantità dei cibi.

Quando non usare il bicarbonato

Usare troppo spesso bicarbonato può portare seri effetti collaterali, infatti il consiglio della medicina è quello di rivolgersi al proprio medico curante prima di assumerlo, specialmente nel momento in cui si è consapevoli di avere eventuali patologie o nel caso in cui si stiano seguendo terapie farmacologiche.

Tra gli effetti collaterali che possono verificarsi con il consumo di bicarbonato ci sono i crampi addominali, flatulenze, disturbi ai reni come la tendenza della formazione dei calcoli.

Non mancano disturbi respiratori, cardiovascolari come l’aumento della pressione arteriosa, eccessiva ritenzione idrica, edema polmonare.

Infine, non si consiglia di consumare il bicarbonato di sodio quando si è affetti da uno scompenso cardiaco, da evitare anche nel caso di pazienti con insufficienza renale grave, in soggetti con pressione alta e in pazienti che stanno seguendo un trattamento con farmaci corticosteroidei.

Quali sono i benefici del bicarbonato

Ciò che è certo è che il bicarbonato di sodio ha molti benefici per la nostra salute, per questo motivo molto spesso si consiglia il suo utilizzo. Esso ha la capacità di rendere alcaline le urine e anche gli altri liquidi corporei. Ha la capacità di neutralizzare gli acidi. Per questo motivo molto spesso è utilizzato a livello farmaceutico, grazie alle sue proprietà medicamentose, ad esempio lo si può utilizzare in presenza di bruciori di stomaco, gastriti, ulcere peptiche e tutte le volte in cui si renda necessario alcalinizzare le urine.

E’ ottimo anche in caso di intossicazione da farmaci, perché sempre grazie all’alcalinizzazione delle urine, ne inibisce il riassorbimento renale, favorendone l’escrezione.

Il bicarbonato può essere una soluzione d’emergenza per problemi digestivi e reflusso gastrico. E’ molto utile bere una soluzione preparata con un cucchiaino di bicarbonato di sodio disciolto all’interno di un bicchiere d’acqua, meglio se non troppo fredda, in questo modo grazie al pH alcalino del bicarbonato, si tamponerà almeno parzialmente l’acidità di stomaco.

Può anche essere usato per eliminare le micosi che si formano sui piedi, mentre per i denti è un ottimo dentifricio e collutorio, infatti può essere usato una volta a settimana come dentifricio e i denti ritroveranno un discreto colorito bianco.


Puglia24News.it è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News