Investire in borsa può essere un’attività molto redditizia. È possibile procedere direttamente dal proprio computer, dal proprio tablet o dal proprio smartphone. In pratica, sia che ci si trovi in casa che altrove, c’è sempre il modo per poter effettuare determinate operazioni di compravendita al momento giusto.

Si può investire in borsa in vari modi, tra cui attraverso l’acquisto e la successiva vendita di determinati asset. Gli asset possono essere “oggetti” di vario genere: azioni, obbligazioni, materie prime, valute (tra cui bitcoin), ecc.

Ma è anche possibile vendere allo scoperto, cioè guadagnando sulla perdita di valore di un asset, attraverso una strategia che prevede di non comprare direttamente l’asset su cui investire, ma di ottenerlo in prestito e poi rivenderlo quando il suo valore scende: così facendo, si vende quello prestato al prezzo originario, e con i soldi ottenuti se ne acquista un altro a un costo più basso, e lo si cede a colui che aveva prestato l’asset iniziale.

La borsa comprende vari indici di cui tenere conto, ma anche diverse tecniche e strategie per poter operare, al fine di ottenere dei ritorni dal punto di vista economico. 

Giocare in borsa però comporta dei rischi. Ad esempio, le azioni sono tra gli asset più rischiosi. Tuttavia, al contempo sono potenzialmente molto redditizie. Molto più sicure, ma meno redditizie, sono invece le obbligazioni (che rappresentano dei veri e propri prestiti che un trader fa a un’azienda o a uno stato, guadagnando sugli interessi che matura nel corso del tempo, prima della restituzione del denaro prestato). 

Anche una materia prima come il petrolio un tempo era considerata un asset sicuro su cui investire, perché la sua domanda tende a mantenersi sempre alta. Ma i recenti scenari hanno provocato una perdita di valore di questa merce, per cui questo dimostra che anche tale oggetto di investimento può avere oscillazioni significative da questo punto di vista.

Tuttavia, secondo gli esperti investire sul petrolio adesso conviene proprio perché ha un costo minore rispetto al solito, e in tempi relativamente brevi ritornerà a salire: quando accadrà, si potrà decidere di vendere la quantità di petrolio acquistata, così da incassare dei guadagni più o meno significativi, anche a seconda della quantità di barili comprati virtualmente.

Dato che il trading online richiede conoscenze non solo riguardanti il mondo dei mercati finanziari, ma anche del modo in cui si può agire su una determinata piattaforma, può essere utile fare un po’ di esperienza iniziando con simulatori d’investimento.

Di cosa si tratta? Per informazioni a riguardo di questo argomento, consigliamo di continuare a leggere questo articolo, a cominciare dal prossimo paragrafo.

simulatore d'investimento

Che cos’è un simulatore di investimento

Che cos’è un simulatore di investimento? Per rispondere a questa domanda, occorre forse prima spiegare che cosa si intende in questo caso per investimenti.

Nella borsa, e quindi nel trading, le operazioni di compravendita oggi vengono effettuate tutte online. Per investimenti ci si riferisce proprio a questa serie di operazioni di scambi di asset. Gli asset possono essere acquistati, venduti e anche presi in prestito (per poterli vendere senza possederli realmente, vendendo quindi allo scoperto).

Non esistono formule magiche che consentano di ottenere sempre e comunque dei guadagni. Come già accennato prima, fare trading comporta dei rischi, e la bravura di un investitore o trader sta proprio nell’eseguire le varie operazioni in modo tale da contenere il più possibile le eventuali perdite, e allo stesso tempo di imparare a massimizzare i profitti, attraverso varie possibili strategie.

L’argomento del trading è obiettivamente complesso, ma a furia di fare operazioni online si acquisisce sempre più esperienza, per poter agire in maniera vieppiù consapevole e produttiva.

Ci sono diverse piattaforme (messe a disposizione dai broker) che consentono di fare trading online, e molte di queste sono anche alla portata di coloro che sono alle prime armi, e che quindi hanno bisogno di interfacce utente più semplici. Ma questo potrebbe anche non essere sufficiente per chi non ha mai avuto a che fare con questo genere di operazioni.

Proprio per questo motivo, alcuni broker offrono del materiale gratuito (video, articoli, ebook) con il quale potersi istruire. In alcuni casi, è anche possibile prendere parte a dei corsi online e a dei seminari, sempre online.

Mediante questi servizi di formazione, gli utenti possono imparare tantissime nozioni utili sull’argomento. Ma un conto è la teoria, e un altro conto è la pratica. Ed ecco quindi il motivo per cui sono stati inventati anche i simulatori di investimento. Si tratta di veri e propri servizi di simulazione, che permettono di giocare in borsa senza rischiare nulla. Infatti, quello che si investe in questo specifico caso è rappresentato da del denaro virtuale.

Aprendo un conto virtuale, è possibile perdere e guadagnare senza che le proprie finanze reali subiscano delle modifiche.  

I simulatori di investimento sono quindi un’opportunità gratuita che in molti reputano molto interessante proprio perché, usufruendone, ci si può esercitare con calma prima di cominciare a fare trading sul serio.