Una audacia notevole, nonostante i suoi 6 anni. Talvolta neppure da un adulto ci si può aspettare una dimostrazione di tale coraggio.

Quello, nello specifico, che ha dimostrato un bimbo rimasto a bordo di un mezzo pubblico che fa servizio anche per alcuni istituti scolastici tra le province di Venezia e Treviso.

Un inopportuno colpo di sonno

Durante il tragitto il piccolo si è addormentato e anche gli altri che erano con lui si sono completamente “dimenticati” della sua presenza.

L’incredibile episodio si è verificato ieri pomeriggio, come riportato dalla Tribuna di Treviso.

Il bimbo, in pratica, si è ritrovato da solo al deposito con le porte chiuse.

Una situazione spiacevole anche per un adulto, a dire il vero. Ritrovarsi chiusi in un luogo sconosciuto senza poter uscire non è cosa di tutti i giorni e non è una circostanza in cui si reagisca sempre per il meglio.

Il bimbo, invece, non ha risentito minimamente del piccolo incidente e non si è perso d’animo. Con i suoi 6 anni di età si è dimostrato maturo e coraggioso. Un autentico eroe.

A 6 anni con il coraggio e la prontezza di un adulto

Ha afferrato il martelletto di sicurezza che si trova a bordo di ogni mezzo proprio per le circostanze di emergenza, ha sfondato il finestrino ed è uscito dall’autobus e dal deposito, riportando solo qualche taglietto.

Poi si è messo ad aspettare su una panchina e ha raccontato ad alcune donne che lo hanno notato cosa era accaduto. Ha potuto quindi nuovamente tornare dalla sua famiglia.

La società si è ovviamente scusata con i genitori per lo spiacevole inconveniente, risolto solo grazie alla prontezza di riflessi del piccolo, che non si è minimamente scoraggiato e non ha avuto neanche un momento di esitazione a fronte di quella che poteva essere una situazione un po’ pericolosa.