Bambino mangia solo panini al formaggio e la smette grazie all’ipnosi

In Inghilterra un bambino di 10 anni che da quando ne aveva meno di 2 mangiava soltanto panini al formaggio, ha cambiato finalmente la sua alimentazione con sollievo dei genitori grazie all’ipnosi. L’attitudine del piccolo a nutrirsi esclusivamente con pane e formaggio era dovuta a una particolare fobia. Scopriamo tutta la storia.

Solo pane e formaggio dai 18 mesi in avanti

Zachary Twigger a 18 mesi smise improvvisamente di mangiare, con grande e comprensibile preoccupazione dei genitori. La mamma provò a fargli assaggiare qualsiasi altro cibo, preparato, pappa tipica dell’alimentazione dei bambini della sua età ma non c’era niente da fare: Zachary vomitava tutto tranne i panini al formaggio.

Dopo molti controlli medici, al bambino venne diagnosticata una particolare condizione, la neofobia alimentare. Si tratta della paura del cibo che non si conosce. Gli specialisti avevano diagnosticato la probabile sparizione della fobia con la crescita ma ciò non si verificò. Zachary fino ai 10 anni non è riuscito a mangiare altro, sviluppando il rachitismo e il diabete di tipo 1. Dopo anni di cure la madre del bambino, disperata, ha deciso di tentare una strada alternativa: quella dell’ipnosi, che ha dato risultati incredibili.

La terapia dell’ipnosi

Becky, la trentottenne mamma di Zachary, dopo anni di insuccessi medici ha deciso così di tentare una via diversa per risolvere il problema del figlio, provando un’ultima carta a sua disposizione: l’ipnoterapia proposta dal dottor David Kilmurry, uno specialista del Regno Unito.

I risultati sono stati a dir poco stupefacenti. Dopo varie sedute la fobia di Zachary è passata e dopo più di 8 anni il bambino è riuscito a ingerire alimenti diversi dai panini al formaggio. Il bambino inglese ora, dopo anni passati a nutrirsi solo con pane e formaggio, riesce finalmente ad approcciarsi alla ricca dieta che la sua età prevede.


Puglia24News.it è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News