I peperoni ammollicati sono un gustoso contorno, originario della tradizione culinaria di molte regioni del Sud Italia. Questa ricetta è facile e veloce da preparare: i peperoni sono cotti in padella e insaporiti da un condimento a base di mollica di pane, pecorino, aglio e capperi. I peperoni ammollicati sono ottimi serviti come antipasto sfizioso, oppure come contorno per piatti di carne o di pesce.

Peperoni ammollicati – Ingredienti

  • Peperoni rossi 2
  • Peperoni gialli 2
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Pane raffermo mollica q.b.
  • Pecorino da grattugiare 40 g
  • Capperi 1 cucchiaio
  • Origano q.b.
  • Aglio 1 spicchio

Peperoni ammollicati – Preparazione

Per preparare i peperoni ammollicati lavate e asciugate bene i peperoni, divideteli a metà, privateli del picciolo e dei semi interni, quindi tagliateli in falde larghe 2-3 cm. Fate cuocere i peperoni in pentola, con abbondante olio extravergine, per 15-20 minuti.

Nel frattempo preparate il condimento a base di mollica: con l’aiuto di un mixer tritate il pane raffermo, quindi trasferitelo in una terrina e aggiungetevi il pecorino grattugiato, i capperi, uno spicchio di aglio tritato e l’origano.

Mescolate bene per amalgamare tutti gli ingredienti, quindi aggiungete il composto ai peperoni e fate cuocere per 20 minuti a fuoco medio, coprendo con un coperchio. Quando i peperoni saranno quasi pronti togliete il coperchio e lasciate cuocere il tutto, alzando la fiamma per far abbrustolire il pane. I peperoni ammollicati sono pronti, lasciateli intiepidire e serviteli come contorno, oppure come gustoso antipasto; sono ottimi anche consumati freddi.

Peperoni ammollicati – Consigli utili

Conservate i peperoni ammollicati in frigorifero, posti in un contenitore ermetico, per 2 giorni al massimo. Se volete potete sostituire il pane raffermo con il pangrattato già pronto.