La bresaola è un insaccato? La verità è assurda

Uno degli affettati più amati in Italia è la bresaola, ma a quale categoria rientra con precisione questo alimento? In questo articolo riuscirete a scoprire tutto su questo mistero, possiamo garantirvi che la verità è assurda.

Cos’è la bresaola?

La bresaola è conosciuto come uno degli affettati più buoni di sempre, in quanto il suo sapore risulta accattivate e decisamente saporito. Si tratta di un affettato che viene gradito anche dai palati più sfiziosi. Inoltre, fa venire l’acquolina in bocca quando viene servito a tavola sul tagliere con contorni prelibati che arricchiscono il valore di questo affettato.

Numerosi nutrizionisti consigliano e integrano la bresaola come alimento da consumare in quanto contiene delle proprietà alimentari utili per rafforzare l’organismo.

La bresaola infatti contiene: grassi saturi, acqua, proteine; inoltre tra i sali minerali più importanti vi sono il sodio, il rame, il fosforo, il ferro e il magnesio.

Oltre che a migliorare il sistema immunitario la bresaola offre tanti altri benefici alla persona che decide di assumerla. Attraverso la sua consumazione avete la possibilità di rendere più forti i tessuti muscolari, i denti, la cute, le ossa, etc.

Grazie alle sue proprietà nutrizionali riuscirete ad avere più energia e fare più attività durante la giornata, vi sentirete più forti e potrete dare il massimo di voi stessi sia sul lavoro, che in casa che con gli amici.

Infine, tra i vantaggi che potete ottenere grazie a questo affettato unico e delizioso vi sono la possibilità di migliorare la circolazione sanguigna e contrastare soprattutto i radicali liberi specie nei giorni più freddi dell’anno.

La bresaola fa parte della categoria insaccati o non insaccati?

Una delle domande più frequenti è a che categoria appartiene la bresaola, appartiene a quella degli insaccati o non insaccati?

Prima di darvi la risposta precisa è importante comprendere tutte le caratteristiche della bresaola compreso da dove proviene e quali processi produttivi ha subito dall’inizio a oggi.

In maniera particolare l’insaccato è un salume è sottoposto a dei cambiamenti non indifferenti. Attraverso questi processi questo prodotto è in grado a mantenere un livello di conservazione decisamente più elevato nel tempo.

Per quanto riguarda invece un salume insaccato è applicata un’altra tecnica di affumicatura o stagionatura, che lo classifica decisamente in quella parte di carne che viene lavorata prima di essere messa in commercio.

L’insaccato che viene utilizzato per racchiudere il salume insaccato è realizzato con un budello sintetico o con l’intestino dell’animale. Questa protezione non è utilizzata nei salumi non insaccati.

Quindi a questo punto vi starete domandando allora la bresaola è avvolta dall’involucro o no?

Bene, la risposta è negativa, ovvero la bresaola non fa parte della categoria degli insaccati esattamente come anche il prosciutto cotto e crudo. Infatti, questo alimento è lavorato come questi ultimi due.

Infine è bene sapere che la bresaola ha una designazione particolare ottenuta dall’IGP. Prima di essere messa sul mercato subisce dei processi di lavorazione controllati a 360°. Infatti, è un prodotto di alta qualità che rispetta questo protocollo sotto tutti i punti di vista.


Puglia24News.it è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News