Mettere una matita sotto al cuscino prima di dormire: ecco perchè lo fanno tutti

Le matite sono uno degli strumenti indispensabili per il disegno e la scrittura quando non ci troviamo di fronte a mezzi elettronici. Alcuni le usano anche come mezzo antistress, masticandole. Sconsigliatissimo, visto che sono nocive alla salute. 

Sapevate che le matite possono tornare utili anche per la notte? Non tutti sanno che postare una matita sotto il cuscino, mentre si dorme, può tornare utile al mattino seguente. 

Ecco cosa succede quando dormiamo 

È scientificamente provato che tutti sognano mentre si dorme. E durante la notte facciamo tanti sogni! La maggior parte delle persone fa dai 5 ai 7 sogni, ma altri individui possono averne anche di più. I sogni sono una serie di immagini, emozioni, storie che la nostra mente crea durante la notte. Grazie all’enorme varietà di tipologie di sogni, abbiamo quelli che ci lasciano con un sorriso sul volto o la paura nel cuore, che spesso arriva anche a svegliarci prima del mattino. 

È ormai saputo da tutti che nel momento del risveglio, la maggior parte delle persone ricordano solo il 10% di quello che si è sognato, e lo ricorda alla perfezione. Altri possono ricordare solo alcuni dettagli. C’è anche gente che dimentica del tutto quello che hanno sognato, anche se i sogni sono stati diversi. 

Perché mettere una matita sotto il cuscino? 

Lo studio di come funziona la mente è sempre un work in progress, perché è uno degli organi più complicati e delicati del nostro corpo. È ancora difficile, infatti, stabilire perché non ricordiamo al 100% i nostri sogni e perché la mente decidere di trattenere solo delle immagini sfocate. 

La matita sotto il cuscino, o al lato, è semplicemente la soluzione più efficace per annotare i sogni, e quindi in grado di catturare quello che ricordiamo al risveglio. Basta infatti annotare su un taccuino i nostri ricordi non appena ritorniamo allo stato cosciente. Se volete prendere nota dei pochi ricordi dei sogni avvenuti durante la notte, fatelo in fretta perché bastano solo pochi secondi, o una semplice distrazione, per dimenticare tutto. Il consiglio migliore è quello di essere sintetici e cercare di guadagnare tempo per annotare il sogno.  Ovviamente non è necessario annotare ogni cosa. Potreste solo finire per confondervi e perdere quel ricordo ormai fioco. Basta mettere per scritto i personaggi, gli ambienti, ma anche le emozioni provate durante il sogno. 

Una volta ricostruito il sogno sarà più facile interpretarlo. Se fatto ogni mattina, avrete con voi un bel diario con i ricordi dei sogni e potete riviverli quando volete!