Foggia: operaio morto sul cantiere dell’alta velocità, era di Avellino

Ennesima tragedia sul lavoro oggi in Puglia, un operaio di 62 anni della provincia di Avellino è morto questo pomeriggio in un cantiere dell’alta velocità sulla strada statale 90 tra Orsara di Puglia e Troia, in provincia di Foggia.

Secondo una prima ricostruzione degli investigatori l’uomo stava lavorando su una gru quando si sarebbe staccato un perno che avrebbe colpito in pieno la cabina in cui si trovava l’operaio. I suoi colleghi hanno richiesto l’intervento del 118.

Foggia: altra morte sul lavoro

L’impatto con il perno è stato tremendo e per soccorrere la vittima è arrivato un elisoccorso, che ha trasportato l’uomo al Policlinico Riuniti di Foggia, ma le condizioni sono apparse fina da subito estremamente gravi.

Nonostante i tanti sforzi dei medici che hanno fatto tutto il possibile per salvarlo, l’uomo è morto poco dopo l’arrivo in ospedale a causa delle gravissime lesioni riportate.

I carabinieri stanno indagando sulla tragedia insieme ai tecnici dello Spesal per capire se si è trattata di una pura fatalità oppure ci siano state delle colpe come la poca sicurezza sul lavoro e se la gru fosse in regola per i lavori che stava svolgendo.

Altri due incidenti sul lavoro solo oggi

Gli incidenti sul lavoro sono sempre più frequenti in Puglia, solo oggi se ne sono contati tre di cui due mortali, infatti un uomo di 60 anni è rimasto ferito fortunatamente non in modo grave in provincia di Lecce cadendo da un’impalcatura, mentre un contadino a Torremaggiore in provincia anche questa volta di Foggia, è rimasto schiacciato dal suo trattore ed è deceduto.

La vittima aveva 60 anni. Tra caldo davvero insopportabile, malori e scarsa sicurezza, gli incidenti sul lavoro sono in continuo aumento, bisogna trovare una soluzione per impedire che altre persone perdano la vita quando escono di casa per guadagnarsi da vivere e non ne fanno più ritorno.

foggia binari