Date e ricorrenze da ricordare in Puglia

Adagiata tra terra e mare, la Puglia è una regione ricca di tradizioni tenacemente radicate nel suo tessuto sociale. La regione è una meta turistica molto apprezzata in quanto offre al visitatore una varietà di contesti paesaggistici che vanno dalle coste, alle pianure, ai monti. Una scelta così vasta di luoghi da visitare presuppone un’altrettanta varietà di date e tradizioni da ricordare.

Le sagre più importanti di Puglia

Lo street food pugliese è una vera goduria anche per i palati più esigenti. Per gustare le eccellenze come il pasticciotto e il rustico o altre specialità culinarie si consiglia di partecipare alle sagre regionali che si tengono da gennaio a dicembre. Particolarmente conosciute sono la sagra delle olive schiacciate (Volia Cazzata) di Martano che si tiene nella terza domenica di ottobre, la sagra delle lumache di Cannole (Municeddha) dal 10 al 13 agosto, la festa del vino novello di Leverano a novembre e la sagra della zampina, del bocconcino e del buon vino di Sammichele di Bari dal 30 settembre al 2 ottobre.

Le tradizioni religiose

Per i pugliesi le tradizioni religiose rivestono una grande importanza, alcune feste religiose hanno addirittura una risonanza nazionale capace di attirare in Puglia migliaia di turisti. Solo per citare alcune ricorrenze religiose vogliamo ricordare la festa di san Nicola di Myra a Bari nelle due date dell’8 maggio e del 6 dicembre, la festa di San Rocco a Torrepaduli con la sua notte delle spade tra il 15 e il 16 agosto, la festa di Sant’Antonio abate di Novoli il 17 gennaio in cui viene accesa la Focara e, infine, i riti della settimana Santa di Taranto, nota per la processione dei Misteri.

I giochi

La Puglia non vanta tradizioni legate solo alle ricorrenze religiose o culinarie ma anche altre tradizioni come quella dei giochi. Il gioco delle 5 pietre (Tuddhiri) si sviluppa su diversi livelli, per giocare servono cinque pietre. Mette si tira una pietra per aria si deve cercare di prendere da terra le altre quattro pietre per poi avere in mano due pietre e infine soltanto una. Particolarmente attenti a cogliere i segnali del destino che spesso si traducono in sogni ed eventi legati ad una data fortunata (forse trovate qualche data storica nelle estrazioni del gioco delle date fortunate). Un altro gioco della tradizione che ha dato vita a veri e propri campionati è il gioco delle Currucule (trottole) incentrato appunto sui giri che compie la trottola in un determinato tempo.