Mangiare tutti i giorni sgombro, ecco che succede

Da un punto di vista nutrizionale, lo sgombro è un alimento speciale.
Lo sgombro è un pesce d’acqua salata che vive in branchi nel Mediterraneo, nel Mare del Nord e nell’Atlantico; appartiene alla famiglia dello sgombro, che comprende più di trenta specie diverse di pesci.
Divoratore feroce, ha bocca larga, denti aguzzi e corpo fusiforme. Può essere lungo fino a cinquanta centimetri e pesare quattro chilogrammi e mezzo.
Lo sgombro è un pesce azzurro particolarmente ricco di grassi polinsaturi (chiamati grassi buoni) e ha un gusto ricco e delizioso; mangiare lo sgombro aiuta a proteggersi dal rischio di malattie cardiovascolari, è ricco di proteine ​​facilmente digeribili e consuma meno calorie.

Da un punto di vista alimentare lo sgombro è considerato di notevole importanza, sia per l’alimentazione umana che per la produzione di mangimi animali, in quanto la sua eliminazione è di “alto valore commerciale”: di conseguenza, il continuo declino di alcune popolazioni Gli allarmi segnalati hanno portato alla sua inclusione nella categoria “rischio minimo” della IUCN-Unione internazionale per la conservazione della natura nella Lista rossa delle specie minacciate. I nutrizionisti considerano lo sgombro un vero e proprio deposito di vitamine e integratore proteico.
Lo sgombro fornisce circa 191 calorie per 100 grammi di prodotto edibile, il che lo distingue dalle altre proposte di pesce e mette in risalto il contenuto di grassi della sua carne, ma sappi che è un grasso “buono” che combatte il colesterolo di lato e rende il pesce più appetibile.

Oltre all’omega 3, lo sgombro fornisce anche 19 grammi di proteine ​​ogni 100 grammi di carne.

Fresco:
Se l’hai comprato fresco, assicurati che abbia un odore delicato e gradevole.
L’aspetto deve essere luminoso, con carne soda e aderente alle squame. Le branchie devono essere rosa, con occhi prominenti e pupille nere, non rosse.

In lattina o vasetto in vetro:
Se invece preferite acquistare le conserve, anche in questo caso ricordate che ha un colore brillante e un odore delicato e gradevole.
In questo caso non è importante che il prodotto sia venduto in vetro, l’importante è che il suo gusto rimanga deciso e molto gradevole al palato.

Habitat

La specie è ampiamente distribuita nelle acque costiere del Mediterraneo e del Mar Nero, nonché nell’Atlantico settentrionale, dalle coste del Marocco e della Spagna al Mar di Norvegia. È presente anche in Islanda, nelle acque della Groenlandia e al largo delle coste del Canada. Abita acque profonde fino a 200 metri, svernando in acque profonde e tornando a riva nelle stagioni più calde.

Descrizione

Il corpo è snello e affusolato, con bocca appuntita e occhi grandi. Presenta due pinne dorsali, la seconda è seguita da 5 piccole pinne stabili sul peduncolo caudale, opposte e simmetriche alle altre 5 pinne tra la pinna anale e caudale. La coda ha forti foglie doppie.
L’uniforme ha un dorso grigio-azzurro che sfuma ai lati fino a incontrare un ventre bianco-argento. Inizia alcune strisce nere verticali dalla schiena fino all’altezza della linea laterale. Le pinne sono grigio-blu. Raggiunge un insolito 50 cm di lunghezza e ha un’aspettativa di vita di 17 anni.