Si tratta di una delle specialità del nostro paese: il prosciutto crudo è buono e gustoso, disponibile in tante varianti, per la realizzazioni di ricette sfiziose, adatte ad aperitivi e cene. Il prosciutto crudo è l’insaccato più apprezzato in molti taglieri, e proposto in tantissimi locali differenti, dalla trattoria al locale per happy hour, fino al ristorante stellato.

Ma sul nostro corpo, questo alimento che effetti produce? E perché il prosciutto crudo fa venire sete? Qui di seguito la risposta, che sorprende tutti.

Prosciutto crudo e sale

Questo alimento molto apprezzato e richiesto contiene davvero alte percentuali di sale. Infatti, la stagionatura stessa del prosciutto, la sua preparazione, viene realizzata con altissime quantità di sale, sotto il quale il prosciutto deve restare per oltre 40 giorni, al fine di seccarsi ed eliminare gran parte dell’acqua presente nella carne che lo compone. 

E mentre sembrerebbe che proprio il prosciutto crudo sia la causa della sete, in realtà questa sensazione è data dal sale. Quando infatti le quantità di sodio presenti nel nostro corpo sono in aumento, il cervello manda all’organismo l’impulso della sete, in modo da diluire queste grandi scorte di sale giunte nel sangue, ma anche per ripulire i nostri reni e il fegato, che altrimenti si andrebbero ad affaticare eccessivamente. Una vera e propria spia di allerta per il nostro fisico, che sta accumulando sostanze nocive in maggiore quantità. 

Ecco perché non solo mangiare prosciutto crudo ci fa venire molta sete, ma in generale tutti i cibi salati e molto elaborati danno questo effetto. Si pensi solo ad una serata di bagordi o ad un aperitivo abbondante a base di salumi, patatine fritte, pizza e molto altro. 

C’è prosciutto e prosciutto

Una cosa da sapere, per evitare di provare un forte senso di sete, mangiando del prosciutto crudo, è il fatto che ci sono diversi tipi di prosciutto crudo e cotto, e che il loro livello di salinità dipende proprio dalla stagionatura. Meno il prosciutto è salato, più sarà fresco, morbido e dolce. Questo non significa che manchi totalmente di sale, ma che semplicemente, apporterà livelli di sodio molto più bassi al nostro organismo, e ciò rende il prosciutto crudo dolce molto più adatto ad una dieta ipocalorica, e consumato con moderazione anche per diete iposodiche. 

Evitare la sete: come consumare il prosciutto crudo

Sarà bene anche sapere che esistono alcuni trucchetti per eliminare, o anche solo limitare il senso della sete consumando dell’ottimo prosciutto crudo, alimento comunque ricco di proteine e grassi, in parte necessari all’organismo. E quali sono questi rimedi?

  • Scegliere un prosciutto poco stagionato: come prima accennato, scegliere un prosciutto più dolce, vorrà dire optare per un prodotto molto meno salato, e quindi più sano, e che provochi meno sete senza dubbio.
  • Abbinare il prosciutto alla frutta: tutti conoscono il binomio prosciutto e melone, molto consumato in estate, e molto amato da noi italiani. Ma quello che in molti non sanno, è proprio che la dolcezza del melone smorza l’eccesso di sapidità del prosciutto. Ma questo alimento così saporito, è perfetto anche con altri frutti come il mango, l’avocado, kiwi e pesche noci. 
  • Abbinare il prosciutto a pane e pizza: se proprio non si vuole scegliere un prosciutto più dolce e meno salato, un altro trucchetto per non percepire troppo la sete, è accostare un tipo di prosciutto molto stagionato, ad una piadina integrale, una focaccia di kamut o del pane sciapo, naturalmente basico e non molto sapido.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here