E’ vero che l’ananas brucia i grassi? Incredibile, ecco la verità!

L’ananas è un frutto esotico che ormai è parte integrante della nostra alimentazione. Spesso vanta il privilegio di essere in grado di bruciare i grassi, scopri se davvero ha questa funzione 

L’ananas è in grado di bruciare i grassi? 

L ‘ananas è definita “brucia grassi” grazie alla presenza di bromelina che ha la funzione di scindere i grassi facilitando la digestione e rallentandone l‘assimilazione. Questo ovviamente vuol dire che l’ananas è consigliata durante una dieta ma non può, da sola, essere l’elemento fondamentale per dimagrire. Ogni 100 grammi contiene solo 57 calorie ed è ricca di acqua. La sua polpa ti permette di assimilare la vitamina A e C, calcio, ferro, fosforo, potassio. Per questo motivo, è consigliabile il consumo per avere un’abbronzatura perfetta.

 Se mangi l’ananas fresco riesci ad attivare tutti i principi nutritivi che verrebbero distrutti dal calore della cottura. Più che parlare di effetto dimagrante si può indicare un effetto drenante che aiuta la funzione diuretica. Quindi, ti consente di perdere tossine e sentirti meno gonfia. Conoscere questa differenza è fondamentale per imparare a capire le reali caratteristiche di questo frutto. Perfetta se soffri di cellulite oppure se hai bisogno di un fine pasto alternativo. Per poter dimagrire correttamente è necessario che tu applichi un sano regime alimentare che deve essere studiato da un nutrizionista e pratichi un’adeguata attività fisica. 

Come gustare l’ananas

 L’ananas è un frutto che puoi inserire nella tua colazione oppure dopo i pasti. Devi acquistarla come frutto fresco e non in scatola. Quest ultimo viene arricchito spesso con dello zucchero e perde la maggior parte delle sue proprietà nutrizionali. 

Tagliare l’ananas potrebbe sembrare un’operazione complessa ma in realtà non lo è: togli il ciuffo e la base con un buon coltello. Rimuovi la buccia posizionando il frutto in verticale. Il pelapatate ti aiuta ad eliminare quella buccia che è rimasta. Tagliala in 4 spicchi e poi elimina la parte interna. In questo modo puoi creare facilmente dei cubetti. Se invece vuoi tagliarla a fette, usa il levatorsoli partendo dal centro e poi procedi al taglio. Puoi servirla in questo modo o la puoi aggiungere ad una macedonia tropicale. 

Ti suggerisco un interessante ricetta per preparare degli spiedini con ananas e salmone, perfetti in estate per le grigliate tra amici. L’ananas e il salmone, dopo essere stato spinato, devono essere tagliati a cubetti. Prepara una salsa con olio, prezzemolo, sale e pepe. Infila il tutto a degli spiedini e procedi alla cottura. Servili accompagnati da questa delizioso condimento. 

Perfetta ovviamente per preparare dei dolci come la torta all’ananas guarnita con le ciliegie. L’ananas è un frutto che va conservato in frigorifero dopo esser stato tagliato. Puoi utilizzarla entro un paio di giorni, altrimenti si altera il colore e il sapore. Quando acquisti un ananas verifica il giusto grado di maturazione e leggi sempre la sua provenienza. Meglio acquistare un ananas di qualità piuttosto che poi arrivare a casa e avere la spiacevole sorpresa di doverla buttare. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.