Il limone abbassa la pressione? Risponde la medicina

Il limone apporta tanti benefici all’organismo. Ma tra questi c’è anche quello di regolare i livelli pressori? Il limone abbassa la pressione? In merito risponde la medicina, fornendoci preziose delucidazioni sull’argomento.

Le proprietà del limone

Il limone ha un bassissimo apporto calorico. 100 grammi di limoni contengono infatti solo 11 kcal mentre il suo succo contiene 6 kcal. Dal punto di vista nutrizionale il limone è ricco di acqua, ha pochi zuccheri e carboidrati e un numero davvero ristretto di proteine.

Il limone contiene vitamine del gruppo B e C, rinforza il sistema immunitario aiutandolo ad essere maggiormente efficace nel contrastare l’attacco di virus e batteri tipico delle stagioni invernali. Il limone ha inoltre un ricco contenuto di importanti sali minerali come il sodio, il potassio, il ferro, il calcio e il fosforo.

Il limone ha proprietà antisettiche, toniche, alcalinizzanti, fluidificanti, carminative e vermifughe. Il limone aiuta a far diminuire i livelli di colesterolo LDL nel sangue, ha proprietà antitumorali, aiuta l’equilibrio del sistema nervoso.

Il limone abbassa la pressione?

E’ vero che il limone abbassa la pressione? Risponde la medicina e dice sì, il succo di limone è in grado di abbassare la pressione in addirittura soli 15 minuti. Il limone può dunque aiutare a ridurre la pressione sanguigna in chi soffre di ipertensione o manifesta improvvisi attacchi di pressione alta.

Come fa il limone a fare questo? Grazie al suo contenuto di flavonoidi, composti naturali presenti soprattutto nella buccia del frutto. I flavonoidi hanno azione antipertensiva e regolano la pressione sanguigna. Un altro merito è quello dell’acido ascorbico contenuto nel limone: questa sostanza impedisce la degradazione dell’ossido nitrico, gas che provoca la vasodilatazione sanguigna facilitando la circolazione del sangue e riducendo la pressione.
Il limone ha poi azione diuretica, che impedisce l’accumularsi di liquidi nell’organismo, condizione che fa salire la pressione.

Come assumere il limone per far abbassare la pressione

Come assumere il limone per far abbassare la pressione? Allo scopo è sufficiente bere il succo di un limone almeno una volta al giorno. Chi non tollera molto il gusto aspro, può diluire il succo di limone in un bicchiere di acqua.

Oltre al semplice succo, il limone può anche essere combinato con altri alimenti dall’azione utile a contrastare l’ipertensione e la salita di picchi pressori. Si può ad esempio mescolare il succo di limone con un cucchiaio di zenzero. Lo zenzero ha azione vasodilatatrice, che rende il flusso sanguigno migliore e abbassa la pressione. Il limone si può anche combinare con i mirtilli. Il mirtillo ha potenti proprietà antiossidanti e contribuisce a regolare la pressione sanguigna. Si può quindi preparare una bevanda utile ad abbassare la pressione mescolando in parti uguali del succo di limone con del succo di mirtilli.

Certamente però, vogliamo puntualizzare che usare il limone non deve sostituire l’utilizzo di appositi farmaci prescritti dal medico curante in caso di ipertensione arteriosa o di pressione alta. Per abbassare la pressione è bene poi praticare del regolare esercizio fisico e seguire una dieta equilibrata incentrata su un’alimentazione a basso contenuto di sale.