Nancy Brilli rivela: “L’infanzia? Faceva schifo”

Nancy Brilli si è raccontata a cuore aperto nella nuova puntata di Oggi è un altro giorno. L’attrice ha parlato a tutto tondo della sua infanzia e del dolore provato in seguito alla morte della madre, colpita da un tumore al pancreas.

Nancy Brilli ha parlato anche del suo rapporto con il lavoro. Ha iniziato a recitare da giovanissima e si è ritrovata proiettata in un mondo un po’ folle. “Mi sembrava un mondo di pazzi”, ha detto, “c’era l’urlo del regista all’attrice, poi si baciavano e abbracciavano, ma comunque è andata benissimo”.

Nancy Brilli confessa “Mi sono incattivita”

Nancy Brilli ha deciso di aprire il cuore a Oggi è un altro giorno e ha parlato a lungo dell’infanzia. “Ho sofferto tanto, i parenti di mamma e papà non si parlavano”, ha sottolineato, “fu un gesto crudele appropiarsi dei vestiti di mia madre”. L’attrice ha subito la perdita della madre e la sofferenza è aumentata ancora di più. “Tutti avevano una considerazionea io no”, ha rivelato, “l’ultima volta che l’ho vista c’era questo corpo magrissimo, il corpo di un’anoressica”. In quel momento, lei avrebbe voluto sentire una famiglia pronta a proteggerla. In particolare la nonna, a cui è rimasta accanto fino agli ultimi istanti. Alla fine ha trovato il modo di perdonare i suoi parenti, ma ci è voluto tempo.

Incalzata da Serena Bortone, Nancy Brilli ha parlato anche di un particolare evento della sua vita privata. “Hai rotto una gamba a Ivano Fossati?”, ha chiesto la padrona di casa. “Gli ho dato un calcio, ma lui mi aveva spinto”, ha detto l’artista, “era una storia molto passionale, anche le liti”. Una lunga storia d’amore che ha lasciato ad entrambi uno strascico e che in virtù della stessa, agli occhi del cantautore, non sarebbero mai potuti essere amici. Una relazione tra l’altro nata tempo dopo la fine del suo matrimonio con Massimo Ghini e preceduta dalle nozze con Luca Manfredi, con cui ha condiviso il talamo fino al 2002.