Mangiare solo frutta per una settimana: pazzesco, ecco le conseguenze

Ci siamo mai chiesti cosa avviene all’interno del nostro corpo qualora noi ingerissimo solo frutta per una settimana? Si parla di dieta fruttariana, ossia composta da solo frutta, senza aver bisogno di controllare le quantità. Mangiare esclusivamente solo frutta può essere dannoso a lungo termine. Tra questi uno dei problemi principali è la totale esclusione di grassi e proteine di natura animale, fondamentali per il nostro organismo.

I vantaggi

Secondo alcuni studi, mangiare frutta, previene l’invecchiamento, aumenta le difese immunitarie e diminuisce il rischio di malattie del sistema cardiovascolare. Una dieta a ricca di frutta ti aiuta a mantenere il tuo fisico, migliora le condizioni della tua pelle e soprattutto migliora la tua idratazione! Un regime a base di frutta rafforza, non di poco, il nostro sistema immunitario: basti pensare alla grandissima quantità di vitamina C, come ad esempio lo troviamo nei kiwi,, essenziale per la nostra salute; o  il potassio, contenuto ad esempio nelle banane.

Mette di buonumore? 

Ebbene si, mangiare frutta metterebbe di buonumore! Lo dimostrerebbero degli studi pubblicati sull’American Journal of Public Health: l’effetto non è immediato, bisognerebbe far abituare il corpo a questo nuovo regime prima di arrivare al completamento di questa tecnica. Oltre a mettere di buonumore, riduce particolarmente lo stress. Ma come? Una cosa che forse non tutti sanno, è che lo stress o l’ansia è derivato da un calo della serotonina (l’ormone della felicità o del buonumore), e il calo della serotonina può essere causato dalla carenza di triptofono, ossia un amminoacido importantissimo per la sintesi delle proteine. Rimedio? Basti mangiare della frutta, in particolare la frutta secca come noci o le mandorle.

Quali frutti aiutano a perdere peso? 

Abbiamo constatato che la frutta aiuti a perdere peso, ma quali frutti nello specifico? Ne abbiamo una vasta gamma, partendo ad esempio dalle pere che riescono a saziare poiché ricche di fibre al consumo dell’arancia, ricca di vitamina C e di acqua. Si possono scegliere i frutti anche in base alla stagione che stiamo attraversando. Prendiamo ad esempio la stagione estiva: il melone e l’anguria sono carenti di calorie e sono costituiti in gran parte dall’acqua e in qualche modo riescono a contrastare la fame poiché il nostro stomaco inizia a riempirsi d’acqua. Il melograno, l’avocado e il cocco tengono sotto controllo il colesterolo cattivo; uno dei frutti che contengono più proteine è la papaya, antiossidante grazie alle vitamine C, E ed A, stimola il sistema immunitario; mentre per ultimo ma non meno importante è il limone che funziona disintossicante.


Puglia24News.it è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News