Lasciare il frigorifero aperto: ecco cosa succede ai cibi all’interno

Il frigorifero è uno degli elettrodomestici più usati in casa. Dopotutto, lavora 24 ore su 24, tenendo i nostri alimenti freschi e lontani dai raggi del sole. La funzione del frigorifero non è solo mantenere i cibi, ma lo fa grazie alla temperatura costante, e previene che essi vadano a male nel giro di poche ore. Naturalmente, ogni alimento è differente e ognuno di essi ha bisogno di una conservazione diversa dagli altri. 

L’importanza di tenere il frigo chiuso 

È molto importante tenere costantemente lo sportello del frigo chiuso, o per meglio dire, è bene aprirlo solo quando è necessario. Così evitiamo l’uscita eccessiva dell’aria fredda e l’introduzione dell’umidità al suo interno. L’aria umida, infatti, aiuta la formazione della brina. Questo vale anche per il freezer. Se il frigo non raffredda, assicuratevi che sia chiuso bene e che la guarnizione non sia deformata o danneggiata in ogni modo. Il frigo chiuso è importante per la sua stessa funzione. Se l’aria fredda uscisse costantemente, il motore sarebbe costretto a lavorare in eccesso, portando non solo a un consumo energetico maggiore ma, il motore stesso può rischiare di rompersi in breve tempo. 

L’unico momento in cui possiamo tenere il frigo aperto è quando non contiene nulla al suo interno. Ma in questo caso si deve tenere spento. 

Cosa succede ai cibi se il frigo rimane aperto 

Come abbiamo menzionato all’inizio dell’articolo, la funzione del frigo è quello di preservare la freschezza dei nostri cibi. È dunque ragionevole dire che con la mancanza dell’aria fredda gli alimenti rischiano di andare a male in poco tempo. Gli alimenti a rischio sono quelli piu’ delicati, come il latte, la carne, e uova.  In ogni caso, può succedere di tutto per colpa della distrazione o altri motivi come un blackout.

Cosa facciamo nel caso in cui il cibo nel frigo è stato esposto all’aria esterna per un tempo prolungato? 

Gli alimenti possono anche essere consumati se la temperatura del frigo rimane ad un minimo di 9°C. 

I cibi surgelati rimarranno freschi anche senza elettricità grazie all’isolamento prolungato. Vale a dire: tenete gli sportelli chiusi evitando di fare entrare aria finché la corrente non sarà tornata.

Più alimenti saranno conservati in frigo, minore sarà l’aria che può riscaldarsi. Questo fattore è anche meglio in termini di consumo energetico. Nel caso in cui non si hanno molti alimenti da conservare, si possono riempire gli spazi vuoti con degli accumulatori di freddo. È un trucco che permette di risparmiare energia elettrica e i cibi resisteranno di più in caso di mancata elettricità. 

In conclusione 

Tenere il frigo costantemente è essenziale per la sua corretta funzione, evitare di sprecare energia elettrica e, naturalmente conservare i nostri alimenti per un periodo di tempo prolungato.