Mangiare melanzane crude: ecco cosa accade al nostro corpo, incredibile

Le melanzane, come abbiamo già detto precedentemente in altri nostri articoli, sono sicuramente uno degli alimenti più utilizzato nelle cucine degli italiane. Queste possono infatti essere utilizzate tra gli antipasti ma anche tra i primi e come contorno di un secondo piatto.

All’interno delle melanzane si trova la solanina. Si tratta di un composto che cresce all’interno delle piante della loro stessa famiglia e può diventare molto tossico. La solanina infatti può portare crampi addominali ma anche mal di testa, diarrea e vari altri sintomi più gravi. Adesso andiamo a vedere cosa succede a mangiare melanzane crude.

Proprio per il fatto che contengono solanina, ma anche per il gusto molto sgradevole, non è certo una buona cosa questa abitudine. Addirittura le melanzane crude non sono nemmeno considerate commestibili. Esse infatti, attraverso la cottura, vanno ad annullare tutte le tossicità diventando dunque buone per il nostro organismo. Il loro sapore è spesso intenso e molto complesso proprio dopo essere state cotte.

Come preparare le melanzane

Per risolvere il problema della tossicità delle melanzane si dovrebbe innanzi tutto tagliarle a fette e quindi mettervi sopra del sale. A questo punto sarebbe opportuno risciacquare bene ed asciugare i vari pezzi. In questa maniera riusciremo a drenare i vari fluidi acquosi e potremo anche favorirne la morbidezza.

Non finisce qui: questo procedimento porta anche a diminuirne la solanina presente al suo interno. Vi sono comunque alcune tipologie di melanzane che non hanno bisogno di questo procedimento iniziale. Un esempio sono le melanzane viola grandi.

Come conservare le melanzane

Anche sulle modalità di conservazione vi sono alcuni punti cardine da tenere bene a mente. Esse infatti possono stare in frigorifero fino ad una settimana ma attenzione a non togliere mai il picciolo. Quest’ultimo infatti è molto importante perchè mantiene la freschezza dell’ortaggio molto più al lungo.

Inoltre, se vengono inizialmente sbollentate in acqua si potrebbero anche tagliare a fette e conservare all’interno del congelatore. Inoltre la melanzana non contiene glutine ed è considerata molto depurativa per il nostro organismo. Quest’ultimo fatto è dato dalla massiccia presenza di acqua al suo interno.