Perchè la passata di pomodoro va cotta? Ecco la verità

La passata di pomodoro è un composto denso e fluido ottenuto grazie all’estrazione estrazione della polpa del pomodoro, cruda o cotta. 

Questo prodotto è facilmente reperibile sugli scaffali dei supermercati e negozi alimentari, ma può anche essere prodotta in casa. La versione commerciale può essere conservata per un lungo periodo di tempo, grazie al trattamento a cui è sottoposta. 

La passata cruda viene addensata facendo evaporare l’acqua a una temperatura di 65°C. Di conseguenza, viene confezionata e pastorizzata in contenitori di vetro o metallo. 

Cucinare la passata di pomodoro 

La passata di pomodoro è la base per molti sughi e se ne trovano diverse marche e varianti tra gli scaffali dei supermercati. Qual è che sia il prodotto migliore sta al proprio gusto, Alcune passate sono più dense, altre più zuccherate, quindi assicuratevi di leggere gli ingredienti prima di acquistarle. Ci si può condire pasta, pizza, lasagne e anche piatti di carne, insomma tutto ciò che aggrada il nostro palato. 

La passata di pomodoro deve cuocere per 20 minuti. La sua cottura è fondamentale per si che si senta tutto il fresco sapore del pomodoro e di tutti gli aromi che sono stati aggiunti per esaltarne il gusto. 

Come si cucina la passata? 

I tempi di cottura della passata comprendono anche quelli del soffritto. Prima si prepara il trito che, generalmente è composto da carote e cipolle, ma può essere aggiunto anche il sedano. Il tutto deve essere aggiunto all’olio (circa 4 cucchiai) già caldo e si attende fino al momento in cui la cipolla diventa dorata, mescolando di tanto in tanto. Quando il soffritto è pronto si aggiunge la passata di pomodoro. Bastano 20 minuti di cottura a fuoco lento. È il tempo necessario perché il sugo viene portato a sobbollire. Nell’attesa si può aggiungere del basilico fresco in modo da esaltare ancora di più il sapore e il profumo! 

Trascorso i 20 minuti, il sugo sarà pronto. 

Pomodori pelati 

In alternativa alla passata di pomodoro tradizionale, potete usare i pomodori pelati. In questo caso i tempi di cottura saranno leggermente ridotti. Diciamo che si va dai 10 a un massimo di 15 minuti. 

Valori nutrizionali della passata di pomodoro 

La passata fornisce ottimi livelli di minerali, potassio, sodio,  vitamina C e provitamina A. C’è da notare però che la quantità di vitamina C è ridotta in confronto ai pomodori freschi, perché è facilmente ossidabile. I pomodori freschi contengono anche acido folico, la cui concentrazione si riduce nella passata, proprio come la vitamina C. Per quanto riguarda il sodio, è più facile trovarne un alto contenuto nelle passate.