Mangiare il pomodoro con la buccia fa male? ecco cosa dice il medico

I pomodori sono molto importanti per la nostra salute in quanto ci offrono diverse proprietà. Ma si possono mangiare con la buccia? Scopriamo insieme la riposta. 

I benefici dei pomodori 

I pomodori sono fonte di preziosi nutrienti, come il potassio, fosforo, vitamina C, vitamina K e folati. Il tipico colore rosso del pomodoro è dovuto all’ antiossidante chiamato licopene. Perché le proprietà dei pomodori sono così benefiche per la salute? 

  • Il Potassio aiuta ridurre la pressione arteriosa e a regolare la contrazione muscolare.  
  • Il Fosforo è un minerale che interviene in molti processi nell’organismo come la riparazione cellulare e la regolazione del pH.  
  • La vitamina C rafforza il sistema immunitario grazie alla sua azione antiossidante che combatte i radicali liberi, proteggendoci da virus e batteri. 
  • La vitamina K aiuta il processo di coagulazione del sangue. 
  • I folati non sono delle vitamine ma dei precursori di queste ultime. Vengono convertite, a livello intestinale, nella vitamina B9 o acido folico.  
  • Il licopene, come già menzionato, è il responsabile del colore rosso del pomodoro. Si tratta di un carotenoide che protegge gli occhi dalla degenerazione dovuta all’età e aiuta nella lotta dell’invecchiamento cellulare e tumori. Il licopene è contenuto soprattutto nella buccia. 

Mangiare il pomodoro con la buccia 

Il pomodoro può benissimo essere mangiato con la buccia, proprio perché e digeribile e contiene il licopene che aiuta a combattere l’invecchiamento cellulare. Inoltre, contiene tutti i suoi principi nutritivi. In generale, è sempre consigliabile consumare frutta e verdura con la buccia proprio per questo motivo. 

Uno dei motivi per cui invece si dovrebbe evitare di mangiare la buccia è il problema digestivo. 

Cosa succede se si mangiano troppi pomodori? 

Consideriamo, però, che i pomodori sono cibi “acidi‘, e non è consigliato mangiarne in eccesso durante la giornata. Come per tutti gli altri alimenti, la moderazione è la chiave principale della corretta alimentazione, in modo da evitare problemi. Mangiare troppi pomodori può provocare alcuni problemi, come: bruciore di stomaco, reazioni allergiche, problemi renali, sindrome dell’intestino irritabile, problemi urinari, diarrea, emicrania, ecc. 

Esistono delle soluzioni per combattere l’acidità del pomodoro, ma questi valgono quando si vuole preparare la salsa fatta in casa. Durante la preparazione, infatti, dopo esserci assicurati di avere scelto i prodotti migliori, si può aggiungere dello zucchero o del latte. Bisogna, comunque e non accedere perché questi due prodotti potrebbero alterare il gusto della salsa di pomodoro. Lo zucchero in particolare non dovrebbe essere eccessivo, perché finirebbe solo per nascondere il sapere dell’acido della salsa senza annientarlo.