Allarme besciamella scaduta: ecco cosa succede a chi la mangia

La besciamella è una gustosa e cremosa salsa usata per piatti tipici come i cannelloni o le lasagne. È facilmente reperibile nei supermercati e molto facile da fare a casa. La sua caratteristica la rende uno degli ingredienti principali di questi piatti tipici della cucina italiana. Ma vi siete mai chiesti cosa succedere se si mangia quando è scaduta? 

Cosa succede se si mangia la besciamella scaduta

Partiamo dalla besciamella trovata sugli scaffali dei supermercati. È importante verificare la data di scadenza, perché si tratta di un alimento delicato, vale a dire fatto con prodotti di facile deperibilità come il burro e il latte. 

La besciamella viene preparata anche con altri ingredienti: un po’ di sale, farina e un pizzico di noce moscata, ma il latte e burro sono i due prodotti molto delicati per cui fare attenzione. Perché scadono in poco tempo. Se la besciamella comprata è scaduta, anche da poco tempo, deve essere gettata via. Dunque, è necessari prestare attenzione all’etichetta prima dell’acquisto. 

Scopriamo insieme cosa succede a chi mangia besciamella scaduta.  

Mangiare alimenti scaduti può portare a conseguenze, anche gravi, per la nostra salute. Ma mangiare per sbaglio cibi scaduti capita, soprattutto per sbaglio.    

Se abbiamo mangiato la besciamella scaduta, possiamo rischiare un’intossicazione alimentare. I sintomi possono essere diversi, come:   

  • Mal di testa   
  • Nausea   
  • Vomito e diarrea    

 Nei casi più gravi si possono manifestare febbre e anche problemi respiratori.   

Besciamella fatta in casa  

Se da un lato dobbiamo prestare attenzione alla data di scadenza degli alimenti comprati, tale attenzione vale anche per gli ingredienti usati per creare pietanze, creme, salse, ecc. Come la besciamella fatta in casa. Prepararla è molto semplice e non richiede molto tempo, ma è fondamentale prendere ingredienti freschi in modo da evitare conseguenze, anche gravi. 

Il latte scaduto emana un odore sgradevole. È difficile non accorgersene. Nei casi più gravi assomiglia anche alla ricotta. Il burro invece tende ad ingiallire, o peggio, può presentare la comparsa della muffa, quando ormai è andato a male.   

La noce moscata non è un problema, se scaduta. Lo stesso vale per tutte le altre spezie, infatti, la loro data di scadenza non vale per la nostra salute ma più che altro per la freschezza dei prodotti stessi.  

Latte e burro sono decisamente gli ingredienti a cui prestare maggiore attenzione. Se mangiamo la besciamella fatta con prodotti scaduti, rischiamo di correre il rischio di un intossicazione alimentare, proprio come nel primo caso. 

Nota finale:   

Ricordiamo che prevenire il consumo di prodotti scaduti è meglio di curare un’intossicazione alimentare.  

Questa regola vale anche per ingredienti utilizzati per le preparazioni di creme, contorni, pasti fatta in casa. È fondamentale cercare sempre la data di scadenza su tutti gli alimenti quando vengono comprati, onde evitare problemi di salute.